QR code per la pagina originale

BSkyB compra Acetrax, streaming on-demand anche per Sky Italia?

Sku UK ha acquisito Acetrax, piattaforma per i contenuti VOD: è possibile che lo streaming on demand sbarchi anche sulla pay-TV italiana.

Sede inglese di Sky

,

Le soluzioni di News Corporation per la pay TV del futuro sono chiare e si possono riassumere in un solo termine: multipiattaforma. Il gruppo mediatico guidato da Rupert Murdoch è impegnato infatti da qualche anno a questa parte a portare i suoi canali televisivi su più piattaforme, superando i confini imposti dai metodi di distribuzione tradizionali come il satellite o il cavo per rivolgersi sempre più spesso a Internet e a tutti i dispositivi che sono in grado di interfacciarsi con la essa.

L’ultima conferma di come la diversificazione dell’offerta in casa News Corporation passi per la Rete arriva dalla Gran Bretagna, dove la controllata BSkyB ha concluso l’acquisto di Acetrax, il servizio di video on-demand attivo in numerosi paesi, Italia compresa, accessibile tramite alcuni tablet nonché per mezzo di diverse “connected TV” di produttori come LG, Panasonic, Samsung e Toshiba.

Con questa mossa la filiale britannica di Murdoch tenta di inserirsi sempre più decisamente nella distribuzione in streaming on-demand dei contenuti televisivi e con l’acquisizione di Acetrax troverà una corsia privilegiata per portare il suo nuovo servizio NOW TV direttamente sui televisori di ultima generazione in grado di connettersi a Internet.

La novità, che apparentemente non riguarda Sky Italia, potrebbe però aprire delle interessanti prospettive anche per la pay TV italiana del gruppo Murdoch, dato che sono numerose le tecnologie inaugurate in Gran Bretagna e poi arrivate anche nel nostro paese a distanza di qualche tempo, esattamente come accaduto di recente con Sky Go e con l’imminente Sky On Demand, il cui debutto, secondo alcune indiscrezioni, è previsto per luglio.

L’eventuale apertura a Sky Italia della piattaforma Acetrax aprirebbe infatti interessanti prospettive per il pubblico italiano, il quale si ritroverebbe a poter accedere a un catalogo di contenuti VOD della pay TV di via Salaria semplicemente collegando a Internet il televisore di casa, senza dover passare unicamente da un decoder dedicato (lo Sky Box) come avviene adesso.

Notizie su: