QR code per la pagina originale

Neelie Kroes chiude la porta a SOPA e ACTA

Il Commissario per l'Agenda Digitale Neelie Kroes anticipa il voto negativo del Parlamento Europeo sulle proposte di legge ACTA e SOPA.

,

Neelie Kroes, Commissario Europeo per l’Agenda Digitale, mette probabilmente la parola fine al controverso e dibattuto trattato anti-contraffazione, noto come ACTA, e alla SOPA, la proposta di legge contro la pirateria online. Nel corso di un convegno organizzato a Berlino, la Kroes ha sostanzialmente anticipato la decisione finale del Parlamento Europeo.

L’ACTA (Anti-Counterfeiting Trade Agreement) e la SOPA (Stop Online Piracy Act), per come sono state formulate, non garantiscono la libertà dei cittadini su Internet, ma potrebbero diventare in poco tempo strumenti per il controllo e la censura delle informazioni. Neelie Kroes ha espresso così il suo pensiero:

Recentemente abbiamo visto quante migliaia di persone hanno protestato contro le regole che esse vedono come un limite all’apertura e all’innovazione su Internet. Questa è una nuova voce politica forte. […] Saremo probabilmente in un mondo senza SOPA e senza ACTA. Ora dobbiamo trovare soluzioni per rendere Internet un luogo di libertà, apertura e innovazione per tutti i cittadini, non solo per le tecno avanguardie.

È quindi scontata una bocciatura da parte del Parlamento Europeo che esaminerà le proposte di legge nel corso delle prossime settimane. Internet non può essere censurata, ma deve rappresentare un veicolo per l’innovazione. Secondo Neelie Kroes, la Rete non può comunque diventare un paradiso per i criminali e, pertanto, bisognerà trovare soluzioni alternative per bloccare le attività illecite online, come gli abusi sui minori. Devono quindi essere individuati gli strumenti più adatti che permettano di bilanciare libertà e sicurezza.

Notizie su: