QR code per la pagina originale

Sanzione per Samsung nella causa contro Apple

Il giudice ha emesso una sanzione contro Samsung, in quanto non ha fornito il codice sorgente ad Apple in base alla scadenza fissata.

,

Il giudice Paul Grewal della Corte Distrettuale degli Stati Uniti ha sanzionato Samsung, eliminando una delle sue prove difensive dalla causa legale in corso contro Apple. La decisione è dovuta al ritardo con cui l’azienda coreana ha inviato il codice sorgente agli avvocati della controparte.

In un procedimento legale che riguarda una presunta violazione di proprietà intellettuale deve essere garantito l’accesso al codice sorgente delle funzionalità sviluppate, secondo l’accusa, utilizzando brevetti di un’altra azienda. Samsung non ha rispettato la scadenza del 31 dicembre imposta dal giudice, per cui Apple ha presentato una proposta di sanzione, accolta lo scorso fine settimana.

Il brevetto al centro della questione riguarda l’implementazione della funzionalità “blue glow” in TouchWiz che, secondo la tesi di Samsung, non è una copia della feature “scrollback” di iOS, che mostra una texture di sfondo quando l’utente effettua lo scrolling oltre i margini di un documento o di una pagina web. L’azienda coreana non ha fornito in tempo la documentazione e il codice sorgente ad Apple, per cui il giudice ha emesso una sanzione preclusiva: Samsung ha violato un ordine della corte e non potrà utilizzare la funzionalità come prova.

In sostanza, Samsung ha avuto un comportamento ostruzionistico nei confronti di Apple. L’invio del codice agli avvocati di Cupertino è stato effettuato nel mese di marzo e ciò vanifica ogni utilizzo del software come prova. La sanzione del giudice implica automaticamente che la feature “blow glow” viola i brevetti Apple, anche se Samsung ha ormai apportato modifiche sostanziali rispetto all’originale implementazione della funzionalità.

Fonte: The Verge • Notizie su: