QR code per la pagina originale

Altroconsumo: Wind è l’operatore italiano più conveniente

Altroconsumo ha pubblicato uno studio in cui si analizzano le offerte degli operatori di telefonia mobile italiani, da cui emerge che Wind è quello che offre le tariffe più convenienti

,

Altroconsumo ha pubblicato un suo studio con cui tenta di fare un po’ di chiarezza nella giungla delle offerte della telefona mobile. Per Altroconsumo, è possibile infatti risparmiare sino a 200-300 euro all’anno sulla spesa media con il proprio gestore. Da questa indagine, è emerso che l’operatore di telefonia mobile più conveniente è Wind ma in ogni caso, se si ha intenzione di risparmiare, è indispensabile puntare comunque sulle offerte degli operatori medio piccoli, perché c’è una grande differenza tra i grandi operatori (TIM e Vodafone) e tutti gli altri.

Wind è risultato dunque il primo in tutte e tre le fasce di consumo voce che Altroconsumo ha indentificato (chiamate brevi, medie e lunghe).

Andando ad analizzare nel dettaglio lo studio di Altroconsumo, scopriamo che sono state identificate 5 tipologie di utilizzo del proprio cellulare:

  • soprattutto sms” (cinque chiamate da 50 secondi l’una, 30 SMS a settimana);
  • chiamate lunghe” (10 da 4 minuti e 10 secondi, 20 SMS a settimana);
  • uso intenso” (25 chiamate da 3 minuti e 10 secondi, 25 SMS a settimana);
  • voce SMS e internet” (20 chiamate da 2 minuti e 10 secondi, 20 SMS a settimana, 150 MB di Internet mobile al mese tramite cellulare);
  • soprattutto internet” (cinque chiamate da 50 secondi, 10 SMS a settimana, 1 GB di Internet al mese).

Bene, secondo Altroconsumo, per quanto riguarda le chiamate voce, è l’operatore Wind che risulta il più vantaggioso e in particolare grazie al piano “9 Limited Edition“.

Al secondo posto Altroconsumo colloca Postemobile e al terzo 3 Italia.

3 Italia è invece prima nella speciale classifica delle tipologie di utilizzo che includono connettività internet.

Tim e Vodafone, i principali operatori di telefonia mobile italiani, sono invece in tutti i casi agli ultimi posti, cioè risultano in generale essere i più cari, almeno stando alla ricerca di Altroconsumo.

Notizie su: