QR code per la pagina originale

Azure Media Services, il media cloud di Microsoft

Microsoft Azure Media Services è una piattaforma cloud per la creazione, gestione e distribuzione in streaming dei contenuti multimediali.

,

Dopo l’anteprima della versione beta, Microsoft ha ufficialmente annunciato Azure Media Services, una piattaforma cloud espandibile, scalabile e programmabile che permette agli utenti di creare e gestire il proprio flusso di lavoro multimediale personalizzato direttamente nella nuvola, senza la necessità di possedere le risorse per l’elaborazione di questo workflow. L’obiettivo dell’azienda di Redmond è competere contro Google e altri servizi cloud di classe business.

L’aspetto più importante di Azure Media Services è l’indipendenza dalla piattaforma target. Tutti i contenuti multimediali possono essere convertiti e inviati in streaming ad ogni tipo di dispositivo (PC, tablet, smartphone, TV, set-top box, console e lettori Blu-ray) basato su qualsiasi sistema operativo. I clienti possono integrare nella piattaforma i propri componenti, in quanto Media Services fornisce un’interfaccia comune per la gestione del workflow multimediale.

La programmabilità della piattaforma Microsoft permette agli utenti di creare e gestire un flusso di lavoro personalizzato con estrema facilità, grazie alla disponibilità delle API basate su REST che si aggiungono alle librerie .NET dei clienti. Ciò offre una scelta più ampia agli sviluppatori che potranno quindi realizzare componenti da integrare con quelli già presenti in Azure Media Services. Inoltre, è possibile automatizzare la gestione del flusso di lavoro per creare una serie di servizi al cliente costruiti sulla piattaforma cloud.

Media Services rappresenta infine una soluzione scalabile che può essere adattata ad ogni flusso di lavoro, indipendentemente dalla sua dimensione. La disponibilità di varie opzioni di abbonamento consente l’utilizzo della piattaforma cloud a qualsiasi cliente, dal singolo utente alla grande azienda. Microsoft crede che Azure Media Services rivoluzionerà il modo in cui sono gestiti i contenuti multimediali. Secondo l’azienda, sono finiti i giorni della manutenzione e dell’aggiornamento dei data center, così come i giorni trascorsi a scrivere software per riuscire a collegare tra loro componenti realizzati da produttori differenti.

Fonte: MSDN Blog • Notizie su: