QR code per la pagina originale

Facebook in Borsa: Mark Zuckerberg “bocciato” per la sua felpa

L'analista Michael Patcher critica fortemente Mark Zuckerberg per l'abbigliamento scelto per il roadshow di Facebook.

,

Mancano ormai pochi giorni per la quotazione in Borsa di Facebook e il suo fondatore e CEO, Mark Zuckerberg, non manca di far parlare i più pettegoli e formali protagonisti di Wall Street, sempre bene attenti all’aspetto “estetico” non meno che all’aspetto finanziario legato al debutto nei listini del social network più popolare di Internet.

Motivo dell’inutile chiacchiericcio è stato l’abbigliamento usato dall’amministratore delegato di Facebook anche in occasione di eventi ufficiali. A sollevare la questione è stato l’analista finanziario Michael Patcher, che in una intervista a Bloomberg ha criticato la felpa di Zuckerberg affermando come un simile modo di vestirsi tradisca una certa “immaturità” del giovane manager.

Secondo l’analista americano il modo di vestirsi è un aspetto importantissimo, tanto da affermare che:

Vestirsi così è come dichiarare di non essere una persona adatta a guidare una grande azienda e comunica che, in fondo, a Zuckerberg non importa molto di questi incontri. Zuckerberg sembra non realizzare che in questo momento sta cercando di convogliare risorse altrui nella sua azienda, e dovrebbe mostrare più rispetto per chi mette mano al portafogli.

Insomma vestirsi in maniera “sciatta” è, secondo Patcher, una mancanza di rispetto verso gli investitori. Una posizione che ha trovato però nel Web, territorio prediletto di Zuckerberg e dei suoi estimatori, un vero e proprio muro, con numerosissimi utenti che hanno criticato le affermazioni dell’analista finanziario sollevando più di un dubbio sul fatto che agli investitori importi davvero come ci si veste e non guardino invece, come sarebbe più ovvio pensare, ai freddi numeri che indicano i potenziali guadagni derivanti da un investimento sul social network.

Notizie su: