QR code per la pagina originale

Intel: Windows 8 non è adatto per ARM

Intel evidenzia il problema della compatibilità dei chip ARM con le vecchie applicazioni: Windows 8 RT potrebbe essere troppo costoso per le aziende.

,

Proseguono le critiche contro la versione del sistema operativo dedicata ai dispositivi ARM. Dopo le accuse di Mozilla sul tentativo di Microsoft di ostacolare l’utilizzo di Firefox, nel corso di un meeting con gli investitori, Intel ha espresso i suoi dubbi sul successo dei dispositivi basati su Windows 8 RT, in quanto non permettono di riutilizzare le applicazioni sviluppate per l’architettura x86, una grave limitazione sopratutto per le aziende.

Windows 8 rappresenta per Microsoft una vera rivoluzione rispetto al passato, ma allo stesso tempo anche un rischio, non solo per la scelta di un’interfaccia utente completamente rinnovata (la cosiddetta “Metro” progettata per i dispositivi touch), ma anche per il nuovo supporto ai processori ARM. Proprio su quest’ultimo aspetto, Paul Otellini, CEO di Intel e pertanto ovviamente parte direttamente interessata, ha incentrato il suo discorso:

Credo che l’ingresso di Windows 8 nel campo di ARM rappresenti un percorso in salita. Noi abbiamo un vantaggio storico, il vantaggio del supporto legacy. Non solo in termini di applicazioni, ma anche di dispositivi.

Il riferimento di Otellini è al legame indissolubile con Microsoft che, prima di Windows 8, ha unicamente supportato l’architettura x86. Windows 8 RT, sviluppato per i chip ARM di NVIDIA, Qualcomm e Texas Instruments, troverà posto su tablet, PC e notebook, ma dovranno essere scritte applicazioni specifiche. Ciò rappresenta un danno per le aziende, in quanto non potranno più utilizzare i software già acquistati. I tablet con chip Intel, invece, garantiranno la compatibilità con le vecchie applicazioni:

Premendo un pulsante si potrà avviare la modalità legacy (la classica interfaccia desktop, ndr) e questo è molto importante per i Chief Information Officer che vogliono preservare tutti i loro investimenti in software.

Microsoft integrerà in Windows 8 RT una versione specifica di Office 15, ma molte aziende utilizzano software sviluppati appositamente per il proprio ambito lavorativo, per cui sarebbero costrette a spendere migliaia di dollari per nuove applicazioni. Inoltre, ci saranno problemi di compatibilità anche con le vecchie periferiche: senza i driver adatti, le stampanti o gli scanner non funzioneranno su ARM.

Fonte: CNET • Notizie su: