QR code per la pagina originale

Subito affondato il nuovo sito della Brambilla

Michela Vittoria Brambilla ha presentato un nuovo sito per i "Turisti a 4 zampe", ma nel giro di poche ore è stato affondato dai cracker.

,

Che la sorte del nuovo sito di Michela Vittoria Brambilla non potesse essere tra le migliori lo si era intuito fin dalla prima ora, quando parve chiaro il fatto che le somiglianze con il precedente sito di sponsorizzazione ministeriale sarebbero state una immediata fonte di polemiche. Nel giro di poche ore, però, “Vacanze a 4 zampe” è anche stato affondato dai cracker, regalando così all’ex-ministro del Turismo una debacle completa. E mentre stiamo pubblicando queste righe, sul sito ancora risuonano pompose le trombe di “Algérie: Musiques rebelles” a firma dell’avvenuto crack.

Cercando “Vacanze a 4 zampe” su Google ci si imbatte in un primo risultato che indirizza ad un sito .com non accessibile. Il vero riferimento dovrebbe però essere il .info, presso il quale è possibile trovare il logo dei cracker, la loro firma (“Black-ID”) e quindi il player automatico sul quale risuonano note di quasi un secolo fa. Stando alla segnalazione di lorenzoc, però, l’utente sembra non perdersi comunque nulla della creazione voluta dalla Brambilla: il sito sarebbe semplicemente la fotocopia (nel design come nel logo) del precedente “Turisti a 4 zampe” sviluppato con risorse ministeriali e supportato dalla Brambilla quando in carica al ministero.

Cracker sul sito Vacanze a 4 zampe

Cracker sul sito Vacanze a 4 zampe

Il sito, presentato assieme al sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale a conferma del rinnovato patrocinio, non può però che destare più di un dubbio:

Perchè il Ministero della Salute patrocini due siti identici (due cloni in tutto e per tutto, pure nel codice) è un piccolo mistero.

Occorre del resto ricordare come per anni la Brambilla abbia avuto diretta responsabilità sul sito Italia.it (di cui a suo tempo presentò il nuovo logo, rivelatosi un insuccesso clamoroso), promettendo a più riprese un impegno dedicato sul progetto senza tuttavia sortire alcunché di migliore rispetto al passato durante il proprio mandato.

Turisti a 4 zampe  vs  Vacanze a 4 zampe

Turisti a 4 zampe e Vacanze a 4 zampe: loghi a confronto

Lo scopo di “Vacanze a 4 zampe” sarebbe di per sé valido: raccogliere in un unico riferimento tutte le strutture di ricettività italiane nelle quali i padroni di animali domestici abbiano la possibilità di portarseli appresso sulla base di servizi ed indicazioni forniti dalle strutture stesse. Quel che non sembra funzionare è la forma e il modo: il sito è stato “ereditato” dal ministero e ne è stato rinnovato il patrocinio in un momento in cui i tagli alle spese potrebbero tranquillamente fare a meno di finanziare progetti che dovrebbero, e potrebbero, autofinanziarsi. La supervisione della Brambilla è garanzia di passione per il problema (da tempo è noto l’amore della Brambilla per i propri cani), ma al tempo stesso non offre particolari garanzie in termini di qualità nel coordinamento (il passato parla da sé).

In attesa di giudicare il progetto sul campo, i cracker hanno però preferito agire da sé con fare preventivo: il nuovo portare è sotto il controllo di Black-ID ed a distanza di svariate ore dall’attacco ancora la pagina non è stata ripulita né si è fatto alcunché per evitare l’immediata figuraccia.

Commenta e partecipa alle discussioni
  • 12/05/2012 alle 15:30 #155256
    Giacomo Dotta
    Giacomo Dotta
    Amministratore

    Michela Vittoria Brambilla ha presentato un nuovo sito per i “Turisti a 4 zampe”, ma nel giro di poche ore è stato affondato dai cracker.

    Leggi la notizia: Subito affondato il nuovo sito della Brambilla

    12/05/2012 alle 15:40 #235502

    che dire complimenti ai craker

    12/05/2012 alle 16:16 #235503

    Lorenzo
    Membro

    Giacomo, c’è un ulteriore particolare che poi è quello più rilevante : il dominio di turistia4zampe.it è ancora il sito di riferimento per il turismo con animali domestici (basta controllare le pagine di Governo.it) ed il dominio è correttamente intestato al dipartimento del turismo. Questo nuovo sito “clonato” (con lo stesso codice, le stesse pagine, lo stesso database) è invece intestato come dominio a Michela Brambilla e alla sua associazione. In sostanza il materiale sviluppato con risorse e soldi pubblici passa nelle mani di un privato e il ministero della salute ci mette pure il patrocinio.

    12/05/2012 alle 16:31 #235504

    H1093684
    Membro

    godo.

    12/05/2012 alle 16:43 #235505

    Mattia
    Membro

    Un sito del genere dovrebbe essere sponsorizzato direttamente dagli alberghi che permettono di portare anche gli animali.

  • Ci sono altri 3 commenti. Leggili nelle Discussioni di Webnews.