QR code per la pagina originale

Volunia, nuova interfaccia e motore di ricerca

Volunia, il motore di ricerca sociale di Massimo Marchiori, rinnova l'interfaccia e introduce migliorie alla piattaforma in generale.

,

Chi si ricorda di Volunia, il motore di ricerca sociale ideato da Massimo Marchiori e presentato nel mese di febbraio? Dopo un inizio assolutamente deludente, la piattaforma si rinnova introducendo una serie di sostanziali cambiamenti che riguardano soprattutto l’interfaccia grafica e il motore di ricerca.

Innanzitutto, le funzioni di ricerca sono state rafforzate attraverso l’integrazione di Microsoft Bing, uno dei principali motori di ricerca sul mercato mondiale. Pur proseguendo con lo sviluppo del motore proprietario, il team di Volunia ha deciso di offrire all’utenza una soluzione di primaria importanza, scelta assolutamente necessaria viste le critiche ricevute in passato: ai tempi del lancio, cercando una qualunque parola chiave su Volunia, non era possibile ottenere nessun risultato e pertanto si era costretti e rivolgersi altrove per cercare una determinata key. Adesso la situazione è dunque nettamente cambiata, ma non è tutto è perfetto come dovrebbe.

Facebook, Google+, YouTube, Twitter e altri siti non sono ancora navigabili dalle pagine di Volunia: quel problema relativo al rapporto con gli iframe non è stato ancora superato e lo sviluppatore dovrà lavorare assolutamente su questo fronte se vorrà offrire una piattaforma di successo. Del resto, questa tecnologia va a bloccare l’accesso proprio a quei siti Web maggiormente popolari sia a livello nazionale che globale. Non è un problema da poco, dato che un motore che non consente l’accesso a parte del Web è di per sé un motore limitato.

L’altra modifica sostanziale apportata in queste ore dal team di Volunia risiede nell’interfaccia utente, che adesso appare molto più semplice, pulita e funzionale. La barra di navigazione ha delle dimensioni più contenute ed è caratterizzata dai colori del sito; alcune funzioni extra sono state unite e di conseguenza è stato ottimizzato lo spazio a disposizione, nel tentativo di offrire una piattaforma meno caotica.

Sono state poi aggiornate le mappe dei siti Web, che adesso vengono mostrate esclusivamente in stile cartina geografica. Lo sviluppatore ha infatti preferito rimuovere la modalità di visualizzazione a icone, così da propendere per un’unica scelta, quella più semplice. In base alle nostre prove, non abbiamo invece evidenziato alcun cambiamento relativo alla finestra di chat, tranne che per l’introduzione di nuove emoticon.

Se da un lato il progetto Volunia è partito con tante critiche e molti, troppi punti da migliorare, è possibile ritenere tale restyling soddisfacente ma non del tutto: c’è ancora molto su cui lavorare, in primis su quei siti che richiedono iframe per essere visualizzati. Ancora oggi, Volunia è disponibile in versione beta e solo per i Power User, ma salvo ulteriori intoppi entro giugno dovrebbe debuttare pubblicamente.

Notizie su: