QR code per la pagina originale

Windows 8, menu di boot senza tasto F8

Windows 8 è troppo veloce e non è possibile entrare nelle opzioni di boot premendo il tasto F8, ma c'è un nuovo menu che raccoglie tutti i tool necessari.

,

Microsoft ha modificato radicalmente il processo di avvio in Windows 8. Su un PC con firmware UEFI e unità SSD, l’intera sequenza viene completata in meno di 7 secondi. Non è più possibile quindi visualizzare le opzioni di boot premendo il tasto F8 o il tasto Canc per entrare nel BIOS, dato che l’utente dispone di una finestra temporale inferiore ai 200 millisecondi. Per questo motivo è stato creato un nuovo menu che raccoglie tutti gli strumenti per la risoluzione dei problemi.

Le opzioni di boot sono comunque indispensabili quando l’utente vuole effettuare, ad esempio, l’avvio da una periferica USB, scegliere un sistema operativo alternativo oppure modificare alcuni parametri del BIOS. Discorso analogo se è richiesto l’uso del prompt dei comandi per risolvere determinati problemi. Microsoft ha quindi progettato un menu unico che include tutte le opzioni necessarie per eseguire queste operazioni.

Il menu di boot mostra cinque pulsanti corrispondenti ad altrettante funzioni: Continue (per riprendere la sequenza di avvio); Use a device (per scegliere un drive USB, la connessione di rete o il DVD di ripristino); Use another operating system (per avviare una precedente versione di Windows); Turn off your PC (per spegnere il computer); Troubleshoot (per accedere agli strumenti avanzati o effettuare il reset/refresh di Windows 8). Tra le opzioni avanzate ci sono il ripristino del sistema operativo, il prompt dei comandi, le impostazioni del firmware UEFI e la modifica delle impostazioni di avvio, tra cui la famosa modalità provvisoria. L’accesso al BIOS sui vecchi computer avverrà sempre nello stesso modo, cioè premendo il tasto F2 (o Canc), dato che la fase di POST durerà almeno 2 secondi.

In caso di problemi che impediscono l’avvio corretto di Windows 8, dopo il secondo tentativo fallito, verrà visualizzato automaticamente il menu di boot. Il sistema rileva i malfunzionamenti e avvia il Windows Recovery Environment (WinRE). Dato che WinRE include driver e file separati dall’installazione principale, l’utente può eseguire il troubleshooting all’interno di un ambiente affidabile.

Se invece Windows 8 si avvia correttamente, ma l’utente desidera scegliere un diverso dispositivo per il boot o modificare le opzioni di avvio, può attivare il menu di boot cliccando sul pulsante Restart now sotto la voce Advanced startup presente nella scheda General delle impostazioni del PC. In alternativa, basta tenere premuto il tasto Shift quando si clicca sul pulsante Power/Restart nella Charms bar. Una terza modalità prevede l’uso del prompt dei comandi, dove dovrà essere digitata la stringa “shutdown.exe /r /o”.

Fonte: Building Windows 8 • Notizie su: