QR code per la pagina originale

Guida: jailbreak untethered iOS 5.1.1 per iPhone e iPad

Jailbreak untethered su iOS 5.1.1 con Absinthe 2: la guida passo dopo passo per per iPhone, iPad, iPod Touch e Apple TV.

,

Pod2G, iPhone Dev Team e Chronic Dev Team hanno rilasciato Absinthe 2.0, ovvero la nuova versione del tool di sblocco che permette di effettuare il jailbreak untethered di gran parte dei dispositivi targati Mela. Ecco la guida per eseguirlo.

I passi necessari a eseguire il jailbreak untethered su iPhone, iPod touch, iPad e Apple TV sono davvero semplici e alla portata di ogni utente: bastano davvero pochi minuti per ottenere un dispositivo sbloccato, con annesso Cydia e tutte le possibilità che derivano da questo store di applicazioni alternativo, che si ricorda offre agli utenti moltissimi tweak per migliorare e personalizzare un prodotto mobile Apple.

Innanzitutto, si segnala che i dispositivi supportati dalla nuova versione di Absinthe sono moltissimi, ovvero gran parte di quelli che l’azienda di Cupertino ha finora rilasciato sul mercato. Nello specifico: iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPad, iPad 2, nuovo iPad, iPod Touch di terza e quarta generazione e Apple TV di seconda generazione. Esclusa, invece, la Apple TV di terza generazione a causa di numerose difficoltà riscontrate dagli hacker nello sviluppo del proprio tool.

iPhone jailbreak

Procediamo con le operazioni necessarie ad avviare il jailbreak. Innanzitutto, è assolutamente consigliato effettuare un backup completo del proprio dispositivo, possibile utilizzando iTunes o iCloud. Questa operazione va fatta prima di avviare Absinthe. Se l’iPhone in possesso fosse già stato sbloccato, è bene non aggiornare a iOS 5.1.1: in questo caso sarà necessario attendere qualche settimana, ovvero non appena perverrà un’apposita release di Absinthe.

Se sul proprio device fosse stata impostata una password di accesso, è bene disabilitarla prima di proseguire con il jailbreak. A questo punto, si deve provvedere al download di Absinthe 2.0 (disponibile in versione per PC Windows, Mac e Linux). Localizzare il file .zip presente sul proprio hard disk e, per comodità, portarlo sul desktop; decomprimere il file ed estrarre il tutto su una cartella, come si farebbe con qualunque altro file .zip. Successivamente, utilizzare il cavo fornito da Apple e connettere il device al computer.

Absinthe

Fatto questo, basterà avviare l’eseguibile di Absinthe 2.0, e cliccare su “Jailbreak“, ovvero l’unico tasto che è possibile premere dall’interfaccia che viene mostrata in questa fase (qualora non dovesse essere disponibile, significa che il dispositivo non è stato connesso correttamente). Attenzione perché da questo momento in poi, fin quando la barra di avanzamento non sarà completa, è necessario non interagire con il proprio iPhone, iPod Touch, iPad o Apple TV. Non appena la procedura sarà completa, il device sarà jailbroken.

Adesso ci si potrà collegare a Cydia ed installare qualsiasi tweak, estensione, applicazione o pacchetto qui presente, a condizione che il device in possesso sia compatibile con quel determinato contenuto scelto. Com’è possibile verificare, si tratta di una procedura di jailbreaking estremamente semplice, segno di come pod2G, iPhone Dev Team e Chronic Dev Team siano riusciti a sviluppare uno strumento davvero user-friendly e immediato da usare.