QR code per la pagina originale

Sina Weibo, censura a punti sul Twitter cinese

Weibo, il popolare sito di microblogging cinese, ha aggiornato i termini d'uso del servizio per bloccare la pubblicazione di post che danneggiano l'unità nazionale.

,

Sina Corp. ha annunciato l’entrata in vigore di un nuovo codice di condotta per gli utenti che utilizzano la sua piattaforma di microblogging Weibo, l’equivalente cinese di Twitter. Le nuove condizioni sono state imposte dal governo dopo la pubblicazione di false notizie relative ad un presunto colpo di stato politico. Lo scopo è chiaramente censurare tutte le informazioni poco gradite alle autorità del paese asiatico, ma è il metodo a farsi notare per la peculiarità dell’approccio adottato.

Attualmente Weibo conta oltre 300 milioni di utenti e, considerato il numero, Sina ha avuto grandi difficoltà ad amministrare tutti i post pubblicati. Per soddisfare le richieste del governo cinese, l’azienda ha modificato i termini d’uso del servizio, introducendo misure più restrittive. Il punto 13 del contratto include ora un lungo elenco di clausole che gli iscritti devono accettare per poter utilizzare Weibo. Riassumendo in poche parole, è vietato pubblicare informazioni che vanno contro i principi della costituzione, che danneggiano l’unità, la sovranità e l’integrità territoriale della Cina e che rivelano segreti nazionali. Inoltre, non è consentito pubblicare false informazioni che distruggono la stabilità sociale e, ovviamente, è vietato utilizzare il social network per organizzare proteste, manifestazioni o raduni che causano problemi all’ordine sociale.

Il nuovo codice di condotta prevede il blocco dell’account per 48 ore, se l’utente pubblica più di 5 post contenenti informazioni sensibili. Se la pubblicazione avviene con dolo, l’account potrebbe essere cancellato. Sina ha creato un sistema a punti per controllare i comportamenti online: ogni iscritto riceve inizialmente 80 punti, che vengono ridotti per ogni violazione. Con 0 punti, l’account viene cancellato. È possibile guadagnare punti se viene effettuata l’iscrizione utilizzando la vera identità.

Dato che il sistema filtra messaggi e termini poco graditi al Governo, gli utenti cercano di eludere la censura con codici o giochi di parole. Sina, allora, ha assunto migliaia di tecnici per sorvegliare la piattaforma e individuare i post che violano i nuovi termini d’uso di Weibo. La televisione di stato CNTV ha mostrato un cartone animato in cui viene affermato che le notizie pubblicate su Internet sono pericolose come vere e proprie “bombe”.

Fonte: China Central Television • Via: Reuters • Notizie su: