QR code per la pagina originale

Terremoto: condividere connessione WiFi da Android

Come condividere la propria connessione mediante l'opzione Hotspot WiFi di Android, utile per chi è rimasto isolato a causa del terremoto.

,

Il terremoto che è tornato a colpire questa mattina il nord Italia, con epicentro in Emilia Romagna, ha provocato nuovi disagi e difficoltà per gli abitanti della zona. L’elevato numero di chiamate alle forze dell’ordine, ai soccorsi o semplicemente tra la popolazione ha sovraccaricato le infrastrutture per il traffico voce, isolando in molti casi coloro che hanno urgente bisogno di mettersi in contatto con parenti o con i numeri verdi predisposti per l’emergenza. A tal proposito può tornare utile condividere la propria connessione dati, tramite un’apposita opzione presente su smartphone e tablet Android.

Per farlo è sufficiente seguire quattro semplici passi, in modo da abilitare la funzionalità Hotspot WiFi e permettere ad altri di accedere alla Rete mediante la propria connessione, così da poter ad esempio telefonare mediante applicazioni VoIP come Skype. Prima di vedere nel dettaglio il procedimento è necessario precisare che si tratta di un’operazione da eseguire esclusivamente nel caso in cui non siano disponibili alternative, onde evitare di pesare ulteriormente sulle reti già messe a dura prova.

  • Accedere al menu “Impostazioni” dalla schermata principale del sistema operativo;
  • selezionare la voce “Altro” (immagine 1);
  • selezionare l’opzione “Tethering / hotspot portatile” (immagine 2);
  • abilitare la casella “Hotspot Wi-Fi portatile” (immagine 3);
  • impostare una password per l’accesso alla connessione, da fornire alla persona che ne necessita (opzionale, immagine 4).

Il procedimento, così come gli screenshot nella galleria allegata, fa riferimento allo smartphone Sony Xperia Neo V con Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Per i dispositivi con un’altra versione del sistema operativo i passi da seguire o le voci dei menu potrebbero non corrispondere. Chi è in possesso di un iPhone o iPad può invece seguire la guida presente nella sezione Apple.

Notizie su: