QR code per la pagina originale

Chromebox, nuovi Chromebook e Chrome OS 19

Google e Samsung hanno presentato le nuove soluzioni Chromebook, insieme alla novità assoluta Chromebox e alla piattaforma Chrome OS 19.

,

Giornata di grandi novità per il marchio Chrome. Google e Samsung hanno infatti presentato le nuove soluzioni Chromebook pensate per il sistema operativo Chrome OS che arriva nel frattempo alla versione 19, acquisendo un look più tradizionale pur mantenendo il concept che vuole l’esperienza Web al centro di tutto. E non solo, arriva anche il set multimediale Chromebox.

Procedendo con ordine, i nuovi Chromebook prodotti da Samsung e appartenenti alla serie 5 550 presentano un display LED da 12,1 pollici con risoluzione 1280×800 pixel, 4 GB di RAM, connettività WiFi e 3G, una webcam in alta definizione e uscite VGA, HDMI e DVI. La CPU è fornita ancora una volta da Intel, versione Celeron 867 da 1,3 GHz, ed è tre volte più potente rispetto quella montata nei primi modelli, mentre la memoria interna è SSD da 16 GB. Queste novità hanno effetti diretti sul prezzo: il primo Samsung Series 5 550 costa 449 dollari ed è già disponibile negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Samsung ha pensato anche a chi vuole godere dell’esperienza Chrome OS senza dover acquistare necessariamente un nuovo notebook. È qui che si inserisce l’offerta Chromebox, una scatola multimediale che grazie alle uscite HDMI, DVI e VGA può essere collegata a un televisore e funzionare come un mini-PC, vista la compatibilità con mouse e tastiere USB (ben sei le porte disponibili) e Bluetooth 3.0. A un prezzo di 329 dollari, anche questo già disponibile su Amazon, con modulo WiFi e 4 GB di RAM.

Per quanto riguarda infine le novità introdotte da Chrome OS 19, Google ha ben pensato di offrire all’utente un aspetto visivo più tradizionale e familiare, tramite l’inserimento di una nuova interfaccia che presenta schermata principale, un’area notifiche, finestre e collegamenti rapidi alle applicazioni disponibili su Chrome Web Store.

Dalle prime considerazioni in Rete, il nuovo Chrome OS sembra restituire un’esperienza d’uso molto vicina a quella di Android. Che sia il primo passo di un avvicinamento tra i due sistemi operativi?