QR code per la pagina originale

Google Drive anche offline, annuncio al Google I/O

Google annuncia novità per Google Drive e Chromebook: durante il Google I/O dovrebbe essere svelato l'accesso offline al servizio cloud.

,

Google Drive è stato lanciato di recente, ma dovrebbe vedere l’arrivo di una importante novità tra esattamente cinque settimane, ovvero in linea con il Google I/O, evento dedicato agli sviluppatori che Mountain View sta attualmente organizzando. Proprio in questa occasione, l’azienda dovrebbe annunciare che Google Drive sarà accessibile anche offline.

È quanto ha reso noto Sundar Pichai, vicepresidente senior della divisione Chrome & Apps di Google, durante la conferenza D10: All Things Digital che si è appena conclusa. Attualmente è possibile visualizzare i documenti su Google Drive anche quando non si è connessi in Rete, ma Mountain View non permette di eseguire alcuna modifica sugli stessi.

Sembra però che il team abbia in serbo grosse novità dedicate ai propri utenti: nello specifico, l’accesso al servizio via cloud integrato in Chrome OS sarà possibile anche offline tra poco più di un mese, cosa che andrà a migliorare di netto la qualità del software dei Chromebook. Una delle problematiche principali di questi dispositivi risiede infatti nei troppi limiti se non connessi a Internet, ma l’accesso offline a Google Drive dovrebbe ovviare a parte di questi problemi.

Google non ha diramato alcun dettaglio circa le modalità con le quali sarà fruibile questa novità, né se l’opzione sarà disponibile esclusivamente sul browser di Chrome OS oppure anche su Windows e OS X. Bisognerà dunque attendere ulteriori informazioni a riguardo, ma considerata la vicinanza del Google I/O gli utenti non dovranno attendere ancora a lungo.

Infine, un’ultima curiosità relativa ai Chromebook: sempre in occasione del D10, Pichai ha affermato che il team è consapevole dei limiti dei Chromebook e del loro prezzo di vendita troppo alto. Per questo motivo, Google si dichiara già al lavoro per migliorare ed espandere le funzionalità degli stessi, e spiega che in futuro potrebbero giungere nei negozi anche altri device prodotti da diverse aziende e con fasce di prezzo differenti.

Notizie su: