QR code per la pagina originale

Samsung Cloud Gaming, si gioca in streaming

Samsung prevede il lancio di un servizio di cloud-gaming che verrà implementato nei suoi futuri televisori.

,

Sasmung ha intenzione di buttarsi nel business dei videogiochi attraverso un servizio di cloud gaming che sarà attivato in collaborazione con la startup di game-streaming Gaikai.

Il gigante dell’elettronica coreano, secondo quanto trapelato, prevede di annunciare il servizio fin dalla settimana prossima. Potrebbe trattarsi di un’importante svolta per l’industria videoludica, poiché Samsung, se la sua idea avrà successo, ha tutte le carte in regola per aggiungersi come quarto membro alla squadra delle tre grandi del settore: Sony, Microsoft e Nintendo.

Samsung non lancerà nessuna nuova console. Utilizzerà solamente la tecnologia di gioco streaming via cloud, che verrà implementata nei nuovi modelli di televisori in uscita quest’anno. L’azienda promette di muoversi velocemente sul mercato, in quanto Gaikai è già pronta ad avviare dei beta test fin dalle prossime settimane. L’aspetto importante del cloud gaming è che per funzionare non ha bisogno di vendere nessuna console ai consumatori, ma questi ultimi hanno semplicemente bisogno di un controller di gioco universale (USB compatibile), e giocare direttamente sulla loro TV collegata ad una connessione a banda larga. Volendo, i fruitore del servizio potrebbero giocare anche su un computer a basso costo, l’importante è che disponga di una connessione a banda larga. È importante comunque sottolineare che Gaikai fornisce l’infrastruttura data center e la tecnologia di streaming, ma non si occupa direttamente della gestione del cloud, che è invece rimane nelle mani di Samsung. Secondo quanto riferito dal direttore di Gaikai, David Perry, Samsung avrebbe già trovato l’accordo con 37 produttori di videogiochi per la concessione dei loro titoli.

Per quanto riguarda il servizio, gli utenti potranno scegliere di acquistare un televisore web-enabled con il servizio Gaikai già pre-installato, provare i giochi gratis per circa mezz’ora e, successivamente, decidere se acquistarli o meno. Perry ha aggiunto che, grazie alla recente tecnologia grafica Kepler di Nvidia, il cloud-gaming sarà in grado di supportare fino a quattro utenti invece di uno solo. I chip sono stati concepiti proprio per gestire al meglio la funzione multitasking, rendendo il gioco sulla “nuvola” più conveniente.

Indubbiamente Samsung si troverà di fronte l’agguerrita concorrenza di un gruppo di numerosi rivali, soprattutto Onlive, che ha lanciato il suo servizio di game-streaming su cloud già nel 2010. Tuttavia, il direttore di Gaikai ha fatto capire di avere moltissima fiducia sul progetto: «Samsung sarà grande. L’energia di marketing e il potere che ha è incredibile. Pensiamo che questo aiuterà i giochi ad arrivare ovunque, aprendo i giochi da salotto a un mercato di massa molto più ampio».

Fonte: Venture Beat • Via: Engadget • Notizie su: ,