QR code per la pagina originale

Apple vuole bloccare il Samsung Galaxy S III

La guerra tra Apple e Samsung riprende sotto colpi di artiglieria pesante: Cupertino vuole bloccare le vendite del Samsung Galaxy S III.

,

La pace non raggiunta tra Apple e Samsung produce i primi effetti devastanti. FOSS Patent rende noto che la casa di Cupertino ha inserito nella sua ingiunzione preliminare contro i dispositivi Android il nuovo Samsung Galaxy S III, poiché violerebbe due brevetti di sua proprietà.

Questi si riferiscono in particolare all’utilizzo di una tecnologia di ricerca universale, la stessa sfruttata dall’assistente vocale Siri su iPhone 4S, descritta nel brevetto numero 8.086.604. Per quanto concerne l’altro, identificato con il numero 5.946.647, viene illustrato un sistema in grado di identificare automaticamente i dati memorizzati nel dispositivocome numeri di telefono, indirizzi email e collegamenti ipertestuali.

Va segnalato un dettaglio: quest’ultimo brevetto è stato utilizzato da Apple con successo presso la US International Trade Commission per vietare temporaneamente la vendita degli ultimi terminali Android HTC negli Stati Uniti. Si comprende dunque come tra gli appassionati dell’androide verde, specialmente coloro che attendevano con trepidazione il lancio del nuovo Galaxy S negli States (previsto per il 21 giugno), c’è la sensazione che questa vicenda potrebbe portare al rinvio del terminale da parte di Samsung, con l’intento di evitare ulteriori problemi in tribunale.

Un portavoce del colosso coreano ha comunque già commentato via email il fatto: «Samsung crede che la richiesta di Apple non abbia alcun fondamento. Ci opponiamo con forza e vogliamo dimostrare al giudice come il Galaxy S III sia innovativo e distintivo. Vorremmo inoltre assicurare ai consumatori che il lancio e la vendita negli USA del dispositivo procederà come previsto».

Non è mancata dall’altra parte la risposta della stessa Apple: «Non è un caso che gli ultimi prodotti Samsung si ispirino a iPhone e iPad. Dalla forma dell’hardware, all’interfaccia utente e persino l’imballaggio. Questo tipo di copia sfacciata è sbagliata, e abbiamo bisogno di proteggere la proprietà intellettuale di Apple quando le aziende rubano le nostre idee». Nuovo giro, altra corsa.

Fonte: FOSS Patent • Notizie su: