QR code per la pagina originale

Gartner: Mac sorpasserà Windows in azienda

I Mac spingono in azienda: a fine 2012 rappresenteranno il 5% del settore enterprise, mentre nei prossimi anni il 64%, con un calo di Windows.

,

Il mercato enterprise è ancora oggi un ambiente prevalentemente basato su sistemi Windows, ma iniziano a diffondersi massicciamente tra gli impiegati aziendali anche iPad e i Mac. Lo riporta Michael Silver, analista della società Gartner che, durante una recente conferenza riportata da MacWorld, spiega quelli che saranno i cambiamenti hardware all’interno del settore IT.

In occasione dell’Infrastructure & Operations Management Summit, organizzato proprio da Gartner, l’analista ha spiegato che a fine 2012 il parco installato dei Mac nelle imprese dovrebbe crescere fino ad arrivare a quota 5%, mentre entro pochi anni a suo parere ben il 64% delle imprese potrebbero decidere di adottare le soluzioni desktop con la mela morsicata, cosa che andrebbe chiaramente a sfavore della concorrenza, ovvero Microsoft.

Entro i prossimi anni, dunque, più della metà dei responsabili iT accoglierà le richieste dei dipendenti che sembrano sempre più orientati verso i computer targati Apple, sistemi che appunto andrebbero a costituire la dotazione dei desktop aziendali. Windows oggi cattura il 90% dell’interno mercato enterprise, Mac il 5% e la restante quota pare essere appannaggio dei prodotti thin client. La situazione in futuro dovrebbe però completamente cambiare.

I responsabili IT hanno finora limitato la diffusione dei Mac in azienda poiché i costi necessari all’acquisto dell’hardware, del software e del supporto IT erano assolutamente superiori rispetto alla controparte Windows, ma adesso le tariffe di amministrazione dei desktop di Cupertino dovrebbero allinearsi con i competitor, con un leggero gap a favore di Microsoft: 1.500 dollari per una spesa Windows a fronte dei 1.600 e oltre dollari per quella Mac.

Per il supporto tecnico, invece, nel 2012 si avvantaggia la soluzione di Cupertino, dato che i costi relativi a questo fattore comportano in media una spesa di 636 dollari, mentre per quelli Windows è necessario un esborso economico di 781 dollari. Pare comunque che la volontà dei dipendenti aziendali condizionerà sempre più le scelte dei responsabili IT, dunque ben presto si potrebbero vedere in azienda molti più Mac e iPad che non soluzioni Windows. A tutto beneficio di Apple, chiaramente.

Notizie su: Apple iMac, ,