QR code per la pagina originale

Google Maps, ecco le mappe 3D e offline

Google Maps introduce mappe 3D e la possibilità di scaricare i dati per la navigazione offline, presto disponibile su dispositivi Android.

,

Google Maps evolve, con l’introduzione di alcune funzionalità annunciate nella serata di ieri dal colosso di Mountain View. È andato in scena l’evento annunciato nei giorni scorsi, durante il quale il team al lavoro sulla piattaforma ha presentato due novità di sicuro interesse: le mappe 3D e la possibilità di scaricare i dati per la navigazione offline.

Nel post “Alla ricerca della mappa perfetta” pubblicato sul blog ufficiale, Google spiega gli sforzi profusi nel corso degli anni per migliorare il proprio servizio. Con l’arrivo di Google Maps, datato 2005, bigG ha saputo rivoluzionare il concetto di “mappe digitali”, offrendo all’utenza uno strumento semplice da utilizzare e che si è andato via via arricchendo di nuove caratteristiche.

Per quanto riguarda le mappe 3D, la loro realizzazione è resa possibile dall’impiego di una tecnologia che mischia i sistemi di rendering con quelli di computer vision, per l’elaborazione di fotografie aeree scattate con un’angolazione di 45 gradi rispetto al suolo. La loro introduzione avverrà prossimamente, arrivando a coprire entro fine anno un’area con una popolazione di circa 300 milioni di abitanti. Nell’attesa è possibile guardare qualche esempio in anteprima grazie al filmato in streaming a fondo articolo e alla galleria di immagini allegata.

La navigazione offline sarà invece resa disponibile a partire dalle prossime settimane sui dispositivi Android, permettendo così agli utenti di consultare le mappe anche nelle situazioni in cui non si dispone di una connessione Internet. Nel post non si fa cenno alla possibilità di sfruttare la funzione con il Navigatore per ottenere indicazioni stradali, né su quanto sarà ampia l’area da salvare nella memoria interna di smartphone e tablet. Va comunque segnalato che già dallo scorso anno è disponibile un’opzione simile, nascosta nel menu “Labs” di Google Maps.

Notizie su: