QR code per la pagina originale

Olimpiadi di Londra 2012, regole per i fotografi

Le regole un po' severe che tutti gli spettatori muniti di attrezzatura fotografica dovranno rispettare alle Olimpiadi di Londra 2012.

,

Mancano ormai due mesi all’inizio delle Olimpiadi di Londra 2012 e il Comitato Olimpico ha deciso oggi di rendere noti per i fotografi i comportamenti da tenere prima di entrare negli impianti in cui si terranno le gare. Sono presenti un gran numero di restrizioni, soprattutto per quanto concerne il trasporto e l’inserimento di attrezzature fotografiche.

Prima di tutto, gli spettatori non potranno introdurre teleobiettivi con una lunghezza superiore ai 30 centimetri, treppiedi e monopiedi. Esistono anche divieti particolari come l’impossibilità di entrare con cappelli giganti o portare con sé le celebri Vuvuzela, incubo di spettatori TV, giornalisti e calciatori ai Mondiali del 2010 in Sudafrica. Tra gli oggetti vietati troviamo pure ombrelli da golf, frisbee, bandiere di nazioni assenti alle Olimpiadi di Londra 2012 e trombe ad aria compressa.

Ma tornando a parlare di fotografia, come si capisce, sarà vietato utilizzare qualsiasi attrezzatura video o fotografica per fini commerciali, salvo non si disponga dell’apposito accredito stampa. Insomma, scattate foto quante ne volete, registrate anche i filmati che desiderate, ma non rivendete nulla senza autorizzazioni. Scontato sì, ma è una precisazione che il Comitato ha ovviamente tenuto a ricordare.

E non sono solo queste le uniche norme di stampo tecnologico. Dopo un’attenta valutazione, è stato deciso di proibire l’utilizzo di dispositivi multimediali come smartphone e tablet quali strumenti ponte per altri device per la trasmissione senza fili di contenuti. Per fare un esempio pratico, se si volessero passare immediatamente delle foto dalla macchina fotografica al proprio smartphone o tablet bisognerà sfruttare i metodi convenzionali, non la tecnologia wireless. Regole un po’ severe, e probabilmente anche difficili da far rispettare pienamente.

Notizie su: