QR code per la pagina originale

Phil Schiller sarà decisivo per il futuro di Apple

Phil Schiller, vicepresidente del reparto marketing di Apple, sarà uno degli uomini chiave per il futuro della società: ne parla Bloomberg.

,

Phil Schiller, attuale vicepresidente del reparto marketing, giocherà un ruolo di primaria importanza per il futuro di Apple. Il 52enne, per molti anni al fianco di Steve Jobs e coinvolto attivamente anche nello sviluppo di servizi e dispositivi, è indicato da Bloomberg Businessweek come un uomo chiave per la società di Cupertino.

Nonostante due vite private molto diverse, Schiller e l’ex iCEO hanno condiviso molto in ambito professionale. Entrambi, ad esempio, sono sempre stati spietati nel bocciare le idee e i concept ritenuti non all’altezza del marchio. Un comportamento che gli è valso il soprannome di “Dr. No”.

Ha aiutato il CEO Apple durante la creazione dei nuovi prodotti, definendo i target di mercato, fornendo la propria opinione sulle specifiche tecniche e suggerendo i prezzi di vendita. È sua l’idea della “spin-wheel” per i primi modelli di iPod ed è rimasto convinto del potenziale per il progetto iPad quando altri ne dubitavano.

A Phil Schiller, così come a Tim Cook e altri personaggio importanti nel panorama Apple, è affidato il delicato momento che segue la scomparsa di Steve Jobs, con il compito di permettere all’azienda di proseguire nel suo successo anche senza l’influenza del co-fondatore.

Phil Schiller ha condiviso molte delle passioni di Steve Jobs. Il quesito è come possa ora sfruttare questo aspetto per dare vita a nuove idee e prodotti. Alcuni ex dirigenti Apple hanno parlato di lui come un uomo con troppo potere all’interno dell’azienda e poche doti creative per restare al vertice della società. In particolare, considerando i suoi trascorsi nel campo del marketing, qualcuno teme che possa scegliere di promuovere i prodotti in modo negativo per la lealtà degli utenti, duramente conquistata in questi anni.

Notizie su: