QR code per la pagina originale

WWDC 2012: tutte le novità

Tutte le novità annunciate da Apple alla Developers Conference 2012. Dal nuovo MacBook Pro alle novità dei software.

,

Un rinnovo hardware completo di MacBook Pro e MacBook Air, una nuova linea di MacBook Pro con display retina e dotazioni di alto livello (con prezzi altrettanto elevati), il nuovo iOS 6 con Siri in italiano (disponibile al pubblico in autunno) e l’annuncio della distribuzione, dal mese prossimo, di OS X Mountain Lion. Queste le novità annunciate da Apple durante l’intervento d’apertura della Worldwide Developers Conference, in corso da oggi a San Francisco, la prima senza Steve Jobs.

In apertura di discorso Tim Cook, amministratore delegato di Apple, ha evidenziato  i successi dell’azienda in numeri: 400 milioni di account (con carta di credito registrata) su iTunes, 650 mila applicazioni sull’App Store, 125 milioni di utenti iCloud, 30 miliardi di app scaricate, 5 miliardi di dollari distribuiti agli sviluppatori. La conferenza ha registrato il tutto esaurito in un’ora e 43 minuti dopo aver aperto le iscrizioni.

Phil Shiller ha poi presentato la nuova linea di MacBook introducendo una seconda declinazione di portatili della linea Pro che coniugano la potenza del MacBook Pro con le forme sottili del MacBook Air e sono dotati di uno schermo che Apple ha definito “con la più alta definizione al mondo”.

A Scott Forstall il compito di presentare le novità di iOS 6. Il sistema operativo per dispositivi mobile sarà disponibile in autunno e introdurrà, tra le altre cose, Siri in italiano, una profonda integrazione con Facebook, una nuova applicazione mappe con navigazione guidata stile, più o meno, TomTom, oltre che controlli più stringenti per la privacy.

I nuovi MacBook

MacBooc Pro Next Generation. Il nuovo portatile di Apple si colloca al livello più alto della linea dei notebook dell’azienda, per potenza, eleganza e costi (circa 2300 euro in Italia, a fronte di 2000 circa, al cambio più tasse, dello stesso modello venduto negli USA). Ha il display Retina e ricalca le forme del MacBook Air, del quale ha uno spessore simile (più sottile nella zona superiore, più spesso in quella inferiore). Pesa 2 Kg e ha un display da 15,4 pollici. La risoluzione è di 2880 x 1800 pixel, i pixel per pollice sono 220, che portano il numero di pixel globali a 5.184.000. Anche la dotazione hardware è di altissimo livello: fino a 16 GB di RAM, processori fino a 2,7 GHz Core i7, porte HDMI, SD, USB compatibile con le versioni 2 e 3 (2) e Thunderbolt (2).

La configurazione iniziale prevede display da 15.4 pollici, processore da 2,3Ghz, 8GB di RAM, scheda grafica GT 650M da 1 GB, e 256 GB di disco SSD. Il nuovo MacBook Pro 15” è disponibile con prezzi a partire da €2.299 fino a €2.929.

MacBook Air. Il portatile che ha anticipato di tre anni il concetto di Ultrabook, continuerà ad essere venduto nelle due configurazioni da 11 e 13 pollici. La memoria arriverà fino ad 8 GB, la scheda grafica sarà la HD 4000 integrata, mentre il disco allo stato solido potrà arrivare a 512 GB. I processori saranno i Core i5 Ivy Bridge da 1,7 e 1,8 GHz.

MacBook Pro. Sempre con CPU Ivy Bridge, la scheda discreta, per i modelli che la prevedono, sarà la GeForce GT 650M da 1 GB. Il processore può arrivare a 2,7Ghz (un quad core i7).

Il nuovo MacBook Air avrà prezzi a partire da 1.079 euro (11 pollici versione base) fino ad arrivare a 1.579 euro (13 pollici versione top). Il MacBook Pro partirà da 1.279 euro (13 pollici versione base) fino a 2.299 euro (15 pollici versione top).

Mountain Lion

I nuovi MacBook non saranno equipaggiati con Mountain Lion. Il nuovo sistema operativo sarà infatti disponibile il mese prossimo attraverso l’App store. Coloro che acquisteranno oggi i nuovi computer avranno comunque l’aggiornamento gratuito al nuovo sistema operativo, gli altri dovranno pagare circa 20 dollari.

iOS 6

Apple ha annunciato anche le novità per iOS 6. In primo luogo Siri: l’assistente personale di Apple sarà disponibile anche in italiano (oltre che in diverse altre lingue) e potrà gestire molte più azioni (come avviare un’applicazione) e ricevere molte più informazioni (come i risultati degli eventi sportivi). Il nuovo iOS 6 avrà una maggiore integrazione con Facebook (come è oggi con Twitter), potrà avviare chiamate Facetime su rete cellulare, iMessage sarà disponibile anche iPad e iPod Touch attraverso il numero di cellulare (saranno unificati gli Apple ID con i numeri di cellulare). La nuova funzione Passbook permetterà di gestire sul telefono biglietti di eventi e carte d’imbarco di mezzi di trasporto.

Apple ha introdotto anche una nuova applicazione Mappe basata su una cartografia interamente di proprietà dell’azienda. Grazie alla collaborazione con TomTom, l’applicazione avrà adesso le indicazioni guidate tipiche di un navigatore (turn by turn) con assistenza vocale, potrà essere controllata da Siri e avrà un rendering 3D dei luoghi creati attraverso foto aeree (funzionalità chiamata Flyover).

iOS 6 sarà disponibile dal prossimo autunno per iPhone (dal 3GS in su), per iPad (seconda e terza generazione) e per iPod Touch (quarta generazione). Non sarà disponibile per il primo iPad.

Notizie su: