QR code per la pagina originale

Nuova Canon EOS 650D e 600D, le differenze

Canon EOS 650D, ecco le novità introdotte rispetto alla vecchia Canon EOS 600D.

Canon EOS 650D

,

La scorsa settimana Canon ha annunciato la Canon EOS 650D, il nuovo modello del settore entry level avanzato per quanto riguarda le fotocamere reflex. Oggi vedremo quali sono le principali novità rispetto alla Canon EOS 600D, con particolare attenzione all’innovativo sensore CMOS APS-C ibrido. Sebbene la nuova nata di casa Canon appaia infatti molto simile al modello precedente, introduce delle novità davvero interessanti. Ecco dunque un rapido confronto tra i due prodotti.

Una delle novità più importanti risiede certamente nello schermo touch capacitivo, un’innovazione che, secondo Canon, sarà ben accetta da un pubblico sempre più abituato a poter interagire con gli apparecchi tecnologici con il semplice sfioramento del display. Questo apre le porte a molte nuove possibilità, tra cui quella di poter toccare la zona da mettere a fuoco, o il soggetto da ancorare all’autofocus continuo, in modalità di ripresa video.

Ma la vera novità della Canon EOS 650D è il sensore CMOS APS-C ibrido da 18 megapixel che unisce, in modalità Live View e Video, la classica messa a fuoco a rilevazione di contrasto con quella a rilevazione di fase, per risultati ancora più veloci e precisi.

Il sistema, che funziona grazie ad alcuni pixel in grado di svolgere una doppia funzione, promette risultati mai visti su una fotocamera di questa fascia di prezzo. Con lo specchio abbassato entreranno invece in funzione i classici 9 punti di messa a fuoco disposti a croce e con una sensibilità sul punto centrale di f2.8. Novità infine anche per quanto riguarda la sensibilità alla luce, con la possibilità di raggiungere ISO 25.600, mentre segnaliamo la presenza della nuova funzionalità in-camera HDR che permette di combinare più scatti per realizzare una sola fotografia in High Dynamic Range.