QR code per la pagina originale

MobileMe muore questa settimana

Apple disattiva il 30 giugno MobileMe: al suo posto iCloud, gli utenti sono chiamati a effettuare un rapido backup.

,

MobileMe, il servizio di archiviazione online ormai storico per Apple, chiude i battenti questa settimana. Il 30 giugno sarà il termine ultimo per scaricare i propri file ed effettuare il backup, dopodiché Apple ne disattiverà i server rendendo il tutto irraggiungibile. E per farlo, ha deciso di allertare gli utenti con un messaggio davvero inequivocabile.

“7 days left”, sette giorni mancanti: è questo il segnale, accompagnato da un perentorio triangolo giallo, inoltrato a tutti gli abbonati di MobileMe durante lo scorso weekend. Gli utenti avranno tempo fino a domenica per sincronizzare i propri file, pena la perdita di tutto quanto sia stato salvato negli anni:

«MobileMe termina il 30 giugno. Ricordati di scaricare le foto in Galleria, i file di iDisk e di spostare i tuoi siti iWeb entro questa data.»

La chiusura del servizio è presto motivata: Apple ha spostato le proprie attenzioni su iCloud – lo storage sulla nuvola inaugurato lo scorso anno e prossimo a un upgrade importante – e quindi molte funzioni di MobileMe diventano inutili. iCloud è inoltre totalmente gratuito, però con un limite di spazio di 5 GB per tutti quei file aggiuntivi rispetto alla suite iLife.

Contestualmente alla chiusura di MobileMe, Apple sta continuando la propria promozione – almeno negli Stati Uniti – per convincere gli utenti più restii ad abbandonare l’ormai obsoleto Leopard. Come è noto, iCloud è disponibile solo dalla versione 10.6.8 di OS X, ovvero Snow Leopard, perciò Apple ha deciso di offrire un upgrade gratuito agli utenti ancora legati al vecchio felino. Snow Leopard, inoltre, permetterà di passare rapidamente a Lion e all’imminente OS X Mountain Lion, il cui l’arrivo è previsto entro fine luglio.

Notizie su: ,