QR code per la pagina originale

iOS 6, Guided Access in video

Mostrato in video il funzionamento di Guided Access, funzionalità su iOS 6 per utenti con problemi visivi, uditivi e di movimento.

,

iOS 6 sta per arrivare – è da poco disponibile la Beta 2 per gli sviluppatori – e porterà con sé numerose novità dedicate ad ampliare l’esperienza d’uso su iPhone, iPad e iPod Touch. Tra queste, una delle feature di maggior rilievo è sicuramente Guided Access, ovvero la funzionalità di accesso guidato presente nel menù Accessibilità del sistema operativo. Questa è stata spiegata meglio con un video appena condiviso sul Web.

Si tratta di una comodissima funzione che permetterà a chi ha difficoltà visive, uditive, di apprendimento o di movimento di usare al meglio i dispositivi con cuore iOS 6. In pratica, eseguendo Guided Access si andrà ad attivare una modalità che consente di definire, personalmente e in base alle proprie esigenze, aree specifiche dello schermo e di disattivare il tasto Home del device.

Una volta abilitata la funzione di accesso guidato dal sottomenù Accessibilità, l’utente potrà attivarla premendo tre volte il tasto Home del dispositivo utilizzato, mentre per disattivarla sarà necessario inserire una password precedentemente impostata da un insegnante, un genitore e via dicendo. È possibile comprenderne al meglio la sua applicazione grazie al testo diffuso da Apple:

«Guided Access aiuta gli studenti con problemi come l’autismo a non distrarsi: dà la possibilità a genitori, insegnanti e amministratori di limitare un device iOS all’uso di un’unica applicazione disabilitando il tasto Home, o di definire con precisione quali aree del display reagiscono al tocco delle dita. VoiceOver, il rivoluzionario lettore per non vedenti o utenti con problemi visivi, ora è integrato in Mappe, AssistiveTouch e Zoom. Inoltre Apple sta lavorando con i principali produttori di apparecchi acustici per creare dei modelli “Made for iPhone” in grado di offrire un’esperienza audio digitale di qualità elevata e dai consumi ridotti.»

Di seguito il video appena condiviso da Cult of Mac che mostra il funzionamento di questa utilissima funzionalità, che si ricorda sarà presente in iOS 6 al momento del suo debutto, previsto per l’autunno.

Notizie su: ,