QR code per la pagina originale

Google, il +1 suggerirà nuovi contenuti

Google ha annunciato alcune modifiche al pulsante "+1", il quale mostrerà contenuti aggiuntivi provenienti dal sito Web ove è visualizzato.

,

Il “+1” targato Google vuole essere soltanto uno strumento per la condivisione di contenuti, ma allo stesso tempo vuole giocare il ruolo di sistema per la scoperta di nuove pagine di interesse: in tal senso si registra un’importante modifica da parte del team di Mountain View al celeberrimo pulsante che fa da contraltare all’altrettanto noto “Mi Piace” di Facebook, il quale da oggi in poi mostrerà una serie di contenuti potenzialmente interessanti semplicemente posizionando il cursore del mouse su di esso.

Articoli consigliati dal pulsante +1

Articoli consigliati dal pulsante +1

Nel momento in cui un utente avvicina il puntatore al pulsante, dunque, un menù a comparsa suggerisce alcuni contenuti simili a quello visualizzato, permettendo così di scoprirne di nuovi ed ottenere maggiori informazioni circa un particolare argomento. In parallelo, a trarne giovamento saranno anche i gestori dei siti web che utilizzeranno tale pulsante, i quali vedranno così crescere il numero di click sulle proprie pagine grazie alla modifica apportata dal colosso delle ricerche nel web.

I contenuti aggiuntivi mostrati dal pulsante apparterranno sempre allo stesso dominio ove quest’ultimo è installato o al più ai relativi sottodomini. La modifica in arrivo da Mountain View, inoltre, non obbligherà coloro che hanno già installato il pulsante ad apportare particolari modifiche: il tutto sarà gestito infatti lato server, con il codice per l’utilizzo del “+1” che resterà pressoché invariato. Tale feature sarà inoltre distribuita in maniera graduale, nel corso delle prossime settimane, abilitando di volta in volta una porzione differente di utenti.

La scoperta di nuovi contenuti interessanti, insomma, si fa più social grazie a Google, le cui intenzioni è quella di comparire sul più elevato numero possibile di pagine esterne al fine di incrementare la visibilità del proprio social network a discapito di Facebook. Una lotta, quella tra Mountain View e Menlo Park, a suon di funzionalità, numeri e, in questo caso, click sui pulsanti “social”.

Fonte: Google • Notizie su: ,