QR code per la pagina originale

Facebook, proteste per l’email forzata

Dopo il cambio forzato dell'email predefinita su Facebook, molti utenti hanno segnalato la perdita di messaggi e l'invio all'indirizzo sbagliato.

,

Il recente cambio forzato dell’email predefinita su Facebook ha innescato numerose critiche e proteste tra gli utenti, alcuni dei quali lamentano in queste ore la perdita di email e la modifica dei contatti che, in alcuni casi, ha causato errori involontari nell’invio dei messaggi di posta elettronica. La nuova email @facebook.com non doveva, insomma, essere imposta dal social network.

Lo sbaglio dell’azienda di Mark Zuckerberg è stato quello di effettuare modifiche alle impostazioni del profilo senza avvertire preventivamente gli utenti. Ciò ha causato non pochi problemi sopratutto agli iscritti che usano il social network per lavoro. Una dipendente di Adobe, ad esempio, ha scritto sul suo blog personale che il cambio forzato dell’email ha impedito la ricezione di un messaggio. Un suo collega ha infatti inviato una email di lavoro all’indirizzo sbagliato.

La sostituzione dell’indirizzo email utilizzato per l’iscrizione al social network con l’indirizzo nomeutente@facebook.com non riguarda solo la versione web del sito, ma anche le applicazioni installate sugli smartphone. Dopo la sincronizzazione dei contatti, molti utenti hanno ottenuto una rubrica piena di indirizzi Facebook. La modifica automatica senza preavviso è, tra l’altro, una funzionalità prevista dall’integrazione di Facebook in iOS 6.

CNET ha contattato Facebook per avere chiarimenti sui problemi segnalati dagli utenti, ricevendo questa risposta:

Per default, i messaggi ricevuti da amici o da amici degli amici, vengono inseriti in Messaggi. Tutti gli altri vanno nella cartella Altri. Anche se quella persona è un amico su Facebook, ma non ha quella email sul proprio account Facebook, il messaggio potrebbe finire nella cartella Altri.

Notizie su: