QR code per la pagina originale

iCloud, arrivano nuove web app in beta

La versione web di iCloud vede l'arrivo in beta di Note e Promemoria, al momento non accessibili a tutti.

,

iCloud, il servizio nella nuvola targato Cupertino, vede l’arrivo di nuove applicazioni nella versione web: trattasi di componenti che già da diverso tempo fanno parte degli strumenti messi a disposizione in iOS e, in parte, in OS X, i quali approdano ora sul sito iCloud.com sotto forma di web app. Disponibili esclusivamente per gli sviluppatori cui è concessa l’opportunità di testare le versioni beta dei software del servizio, tali app sono Note e Promemoria, le quali potrebbero dunque presto essere rilasciate in via definitiva da Apple.

Grazie a Note è possibile dunque avere i propri appunti a disposizione anche all’interno del proprio browser, consentendo di fatto il loro utilizzo in ambienti Windows e Linux. L’interfaccia grafica ricalca molto da vicino quella già vista su iOS e lo stesso vale anche per i Promemoria, i quali sono stati rimossi dalla web app Calendario per diventare un nuovo componente autonomo. Anche in questo caso l’utilizzo sarà aperto a qualsiasi piattaforma, consentendo di fatto maggiore integrazione tra l’ecosistema Apple ed il mondo esterno.

Gli ultimi aggiornamenti apportati dagli ingegneri di Cupertino riguardano poi anche l’app Trova il mio iPhone, la cui interfaccia grafica è stata visibilmente rivisitata e risulta ora maggiormente pulita ed efficiente. Oltre ad una nuova disposizione degli elementi e l’ingresso sulla scena di una nuova veste per i pulsanti più importanti, ecco giungere anche un indicatore che fornisce informazioni circa la carica residua nella batteria del dispositivo visualizzato. Per il momento, poi, dagli screenshot pubblicati online sembrerebbe che Apple abbia deciso di continuare ad affidarsi alle mappe fornite da Google per l’individuazione dei dispositivi smarriti, benché con l’arrivo di iOS e del servizio Mappe la situazione potrebbe cambiare.

La nuova tornata di aggiornamenti conferma inoltre i rumor nati nei mesi scorsi circa l’introduzione di un sistema di notifica basato sulla tecnologia push, presente su tutti i device iOS e potenzialmente in grado di rappresentare un nuovo importante elemento nell’economia della versione web di iCloud. Maggiori dettagli potrebbero essere disponibili in seguito al lancio di iOS 6, atteso per il prossimo mese di ottobre.

Fonte: MacRumors • Notizie su: