QR code per la pagina originale

Bill Gates, Apple ha bisogno di Microsoft Surface

Bill Gates sostiene che Microsoft Surface sarà utile ad Apple, perché insegna l'integrazione tra tablet e desktop. Ma Tim Cook pare essere di tutt'altro avviso.

,

Nonostante iPad domini il mercato dei tablet, c’è qualcuno convinto che Apple abbia bisogno di una spinta. Si tratta nientemeno che del fondatore di Microsoft Bill Gates, il quale si dice certo che uno strumento come Microsoft Surface sarà decisamente utile al business di Cupertino.

Microsoft Surface è il tablet concorrente di iPad, presentato da Redmond qualche giorno fa. Secondo Bill Gates, la forza di questo device è di disporre di un sistema operativo – Windows 8 – identico a quello presente sui desktop, mentre Apple propone una versione parca di OS X con il suo iOS. Il guru dell’informatica, di conseguenza, ha lasciato intendere che il traino di Surface nella direzione dell’integrazione andrà ad appannaggio anche di Cupertino, che ne potrebbe seguire le orme in futuro.

In realtà, è ben nota la posizione di Tim Cook – e di Apple in generale – sull’integrazione fra mondo mobile e desktop. I due ambienti si possono di certo contagiare a vicenda, si vedano ad esempio le funzioni di iOS inserite nell’imminente OS X Mountain Lion, ma sovrapporre i due ambiti sarebbe totalmente inutile. “Un frigorifero dotato di tostapane”, così ha definito Cook l’intenzione dei competitor di unificare tablet, laptop e desktop: una proposta sicuramente interessante ma poco funzionale per l’utente finale. Di tutt’altro avviso è Gates:

«Non c’è bisogno di giungere a un compromesso. Puoi avere tutto ciò che ti piace di un tablet e tutto quello che ami in un PC in un unico dispositivo. E questo dovrebbe cambiare il modo con cui le persone vedono le cose.»

Due prospettive contrapposte, quelle di Apple e Microsoft, entrambe con punti di forza e debolezza. L’unico dato certo è che, al momento, la Mela non ha avuto bisogno di nessun suggerimento dai competitor per far diventare iPad un vero e proprio record di incassi, ma chissà che la situazione non si modifichi in futuro.