QR code per la pagina originale

CyanogenMod 10 con Android 4.1 Jelly Bean

CyanogenMod conferma che la versione numero 10 della sua ROM sarà basata su Android 4.1 Jelly Bean.

,

CyanogenMod 10 sarà prima versione della famosa ROM basata sul nuovo sistema operativo Android 4.1 Jelly Bean. Non c’è ancora un annuncio ufficiale, dato che lo stesso sviluppatore spiega sulla pagina Google+ di non essere ancora entrato in possesso del codice sorgente di Jelly Bean, ma rispettando la scaletta delle precedenti edizioni, CyanogenMod 10 sarà con tutte le probabilità del caso basato su Android 4.1.

Spiegando il modus operandi delle release della sua ROM, il team illustra come ogni lettera dell’alfabeto identifichi una versione principale. Ad esempio, se G rappresenta CyanogenMod 7, la I identifica invece CyanogenMod 9 e per finire J sarà associata a CyanogenMod 10. Rispettivamente settima, nona e decima lettera dell’alfabeto inglese.

Rassicurazioni arrivano sul Project Butter, un sistema ideato da Google che a partire da Jelly Bean permetterà a GPU e CPU di scambiarsi risorse al fine di offrire un sistema operativo più fluido, veloce e reattivo. In tal senso, spiega CyanogenMod, gli utenti non devono preoccuparsi di possibili incompatibilità del proprio dispositivo con CM10. Insomma, se era perfettamente funzionante con la versione numero 9, difficilmente vi saranno problemi con la prossima edizione.

Questo perché, aggiunge lo sviluppatore, se il passaggio da CM7 a CM9 è stato più lungo del previsto considerato che si è deciso, a ragione, di riscrivere le fondamenta della ROM, con Jelly Bean bisognerà applicare solo qualche modifica e, sebbene al momento non può fare una stima precisa dei tempi richiesti, considerate le semplificazioni promesse da Google il lavoro di riadattamento potrebbe essere completato in appena un weekend.

CyanogenMod chiude il lungo post su Google+ parlando delle tempistiche di rilascio, smentendo le voci circa una release simultanea di CM10, CM7 e CM9. Prima di tutto si punterà a rilasciare una versione stabile di quest’ultima, poi si lavorerà esclusivamente su 7 e 10. Come precisato in precedenza, visto che con alte probabilità tutti i dispositivi CM9 saranno in grado di passare alla nuova versione, sarebbe inutile mantenere una classe separata di device soltanto per la ROM basata su Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Notizie su: