QR code per la pagina originale

Nokia abbandonata anche dai gestori dei fondi

I gestori dei fondi di investimento finlandesi hanno poca fiducia nel produttore di smartphone Nokia: prosegue il periodo di crisi.

,

I gestori finlandesi dei fondi di investimento non hanno più fiducia in Nokia. Dopo l’abbandono di Symbian e il passaggio a Windows Phone, è drasticamente diminuita la percentuale di azioni presente all’interno dei fondi, passando dal 7,5% del 2010 al 3,05% attuale. Il cambio di strategia aziendale, il licenziamento di 10.000 dipendenti e le previsioni negative per il bilancio del secondo trimestre, hanno obbligato i gestori a ridurre il numero di azioni Nokia nel proprio portafoglio.

Nokia ha perso negli ultimi anni tutto il suo fascino. Puntare sull’azienda guidata da Stephen Elop è diventato troppo rischioso, come sottolinea Matias Möttöla, analista di fondi per Morningstar:

I gestori dei portafogli hanno deciso che troppa incertezza circonda Nokia. Dato che il valore delle azioni della società è sceso così tanto, molti investitori hanno deciso di starne alla larga.

Alcuni fondi hanno completamente scartato le azioni Nokia, ma per adesso la maggioranza dei gestori crede ancora nell’azienda, nonostante il livello di fiducia sia in discesa. Juha Varis, gestore di fondi per la Danske Bank, ha dichiarato:

Con un prezzo delle azioni così basso, potrebbero verificarsi delle sorprese. Qualcosa di inaspettato, come un tentativo di acquisizione della società potrebbe cambiare le cose.

Il riferimento è alle voci che circolano da diversi mesi, secondo le quali la stessa Microsoft potrebbe rilevare la divisione mobile del produttore finlandese. Varis ritiene che la fiducia verso Nokia possa rapidamente aumentare se l’azienda annuncerà un cambio di strategia: abbandonare Windows Phone e scegliere Android. Una novità che sarebbe molto gradita sia agli azionisti che ai fedeli utenti di Nokia.

Notizie su: ,