QR code per la pagina originale

Browser Choice Screen, nuova indagine su Microsoft

Microsoft ammette l'errore per la scomparsa del Browser Choice Screen e promette una soluzione in tempi brevi per evitare una nuova multa.

,

Microsoft non avrebbe rispettato la decisione della Commissione Europea sul famoso Browser Choice Screen, ovvero la schermata che viene visualizzata all’avvio del sistema operativo per offrire all’utente la possibilità di installare un browser alternativo a Internet Explorer. L’azienda di Redmond, che in caso di colpevolezza rischia una multa miliardaria, afferma che il ballot screen non viene mostrato a causa di un problema tecnico.

Nel 2009 Microsoft è stata ritenuta colpevole di abuso di posizione dominante, per cui la Commissione Europea aveva inflitto all’azienda una sanzione pari a 899 milioni di euro, recentemente confermata e ridotta a 860 milioni. Inoltre, da marzo 2010, i sistemi operativi Windows permettono di scegliere un browser diverso da Internet Explorer. In realtà, la schermata non viene più visualizzata da più di un anno.

Gli utenti di Windows 7, infatti, non vedono più il ballot screen dal mese di febbraio 2011, ovvero da quando è stato rilasciato il Service Pack 1 dell’attuale sistema operativo. Microsoft aveva promesso di rendere disponibile la schermata di scelta fino al 2014, come conferma un report inviato dall’azienda all’Unione Europea nel dicembre 2011. Ecco quanto dichiarato dal commissario Joaquin Almunia.

Prendiamo molto sul serio il rispetto delle nostre decisioni e mi sono fidato del fatto che i report dell’azienda fossero accurati. Ma sembra non sia questo il caso, così abbiamo subito preso provvedimenti. Se a seguito delle nostre indagini la violazione dovesse essere confermata, Microsoft deve attendersi sanzioni.

Se quindi la Commissione Europea accerterà che il comportamento di Microsoft è stato intenzionale, potrebbe essere inflitta una multa stratosferica: 7 miliardi di dollari, pari al 10% del fatturato annuale. Poche ore fa, l’azienda ha pubblicato un comunicato stampa in cui spiega che il Browser Choice Screen (BCS) non viene più mostrato su Windows 7 SP1 a causa di un errore tecnico. Entro la fine della settimana verrà distribuito un fix del software per ripristinarlo su tutti i nuovi PC. Inoltre, il periodo durante il quale il BCS dovrà essere visualizzato è stato esteso di 15 mesi.

Notizie su: