QR code per la pagina originale

Outlook 2013, addio a Exchange 2003

L'ultima versione di Outlook, contenuta in Office 2013, non includerà il supporto a Exchange 2003.

,

Office 2013 ha finalmente visto la luce, con l’annuncio della Consumer Preview da parte di Microsoft. Con la nuova versione della suite per l’ufficio, l’azienda di Redmond ha ulteriormente sottolineato il desiderio di cambiamento e innovazione. Lo confermano il mancato supporto a Windows XP e Vista, ma anche l’eliminazione del supporto a Exchange 2003 da parte di Outlook 2013.

Exchange 2003 è stato rilasciato nel settembre 2003, il che si traduce in una piattaforma che ha quasi dieci anni di vista, ovvero un tempo enorme in termini informatici. Non è sorprendente, quindi, che Microsoft abbia deciso di abbandonare la compatibilità per la piattaforma. Un deciso passo in avanti per la società, nota in passato proprio per il sostegno alle tecnologie più “vecchie”, eppure sembra che il nuovo corso sia quello di un rinnovamento all’interno di una nuova linea. Il concetto alla base di questo cambiamento è chiaro: se si è costretti a sostenere tutti i propri software per sempre, si rischia di sviluppare piattaforme “gonfie” e di far salire i costi alle stelle.

D’altra parte, se un utente è ancora fermo alla versione 2003, probabilmente è più consigliabile per lui effettuare un aggiornamento a un’edizione versione più recente di Exchange, sfruttando in particolar modo le nuove caratteristiche che vanno ad aggiungersi a stabilità e protezione migliori.

Infine, la rimozione del supporto a Exchange 2003 da parte di Office 2013 non è così sorprendente, poiché qualcosa di simile è già successo in passato: Outlook 2010, infatti, non supporta Exchange 2000. Per gli utenti, invece, potrebbe rivelarsi vantaggioso dare un’occhiata alle nuove funzionalità introdotte nella suite, che potrebbe arrivare sul mercato in versione definitiva entro la fine dell’anno.

Notizie su: