QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy Note 2, nuovi rumor

Ancora voci sul Samsung Galaxy Note 2: questa volta riguardano data di presentazione e specifiche tecniche.

,

Samsung Galaxy Note 2 potrebbe essere presentato il 15 agosto, durante un evento speciale organizzato da Samsung America. La divisione del colosso sudcoreano ha infatti annunciato che nel giorno di ferragosto giornalisti e addetti ai lavori sono invitati a partecipare a un keynote importantissimo, in cui sarà fatto un grande annuncio: Note 2 in pole position, ma non si esclude che si parlerà soltanto del primo Galaxy Note marchiato T-Mobile o del Galaxy Note 10.1. Nel frattempo, dal Web emergono le probabili specifiche tecniche del successore.

Per il nuovo phablet l’appuntamento potrebbe essere rinviato soltanto a due settimane più tardi, quando a Berlino si terrà il consueto appuntamento annuale dell’IFA, per il quale Samsung ha già organizzato un evento speciale il 30 agosto. PhoneArena ha intanto individuato una voce interessante tra i risultati di riferimento del GLBenchmark, in particolare un dispositivo indicato con il nome di Samsung GT-N7100. La cosa colpisce perché il primo Galaxy Note aveva nome in codice GT-N7000.

Da qui si apprende che il Samsung Galaxy Note 2 sarebbe stato equipaggiato con un processore Exynos 4412, accompagnato da un’unità grafica Mali 400. Si tratta della stessa architettura hardware utilizzata in smartphone come i Galaxy S2 e S3, e naturalmente il primo Note. Forse in molti si aspettavano di vedere un Exynos 5250, ma considerato che i modelli quad core della famiglia attuale hanno dimostrato di comportarsi molto bene con i device high-end, la scelta fatta da Samsung potrebbe essere vista come un modo per non aumentare troppo i costi.

La pagina rende noto che la frequenza di clock massima del processore è di 1,6 GHz, circa 200 MHz in più rispetto il chip montato sul Galaxy S3. Il display, che dovrebbe avere una cornice da 5,5 pollici, è segnalato con una risoluzione pari a 1280×720 pixel. Il sistema operativo installato al lancio con tutte le probabilità del caso sarà Android 4.0 Ice Cream Sandwich, con aggiornamento a Jelly Bean nelle settimane successive. Voci da confermare all’incirca tra un mese.