QR code per la pagina originale

Windows Store, arrivano le app Metro a pagamento

Microsoft ha aggiornato il Windows Store per aggiungere le prime applicazioni Metro a pagamento disponibili con la RTM di Windows 8.

,

All’inizio di agosto Microsoft rilascerà la versione RTM di Windows 8 che verrà installata sui PC disponibili nei negozi a partire da fine ottobre. L’azienda di Redmond ha dunque dato il via alla pubblicazione delle prime applicazioni Metro a pagamento sul Windows Store, creando anche sezioni specifiche denominate “Paids apps for RTM” e “New apps for RTM”. Come è noto, l’attuale Release Preview consente solo l’installazione di app gratuite.

Gli sviluppatori che decideranno di pubblicare i propri software sullo store digitale di Windows 8 dovranno scegliere un prezzo compreso tra 1,49 e 999,99 dollari. Attraverso una pagina specifica del Dev Center sarà possibile selezionare i paesi dai quali l’utente potrà effettuare l’acquisto. Il sistema calcolerà automaticamente il prezzo nella valuta locale, in base all’attuale tasso di conversione.

Microsoft effettuerà i pagamenti entro 30 giorni dal raggiungimento della soglia dei 200 dollari. La commissione è pari al 30% del prezzo dell’applicazione fino a 25.000 dollari di guadagno complessivo. Oltre questa cifra, l’azienda di Redmond applicherà una trattenuta del 20%. A differenza di Apple con iOS, Microsoft offre agli sviluppatori la possibilità di utilizzare anche un sistema di fatturazione esterno al Windows Store per eseguire le transazioni relative ai singoli acquisti.

Oltre al prezzo pieno, Microsoft consente sul marketplace di Windows 8 l’utilizzo di altre tre opzioni per la vendita delle applicazioni. Prima dell’acquisto, l’utente può testare l’app per verificare se soddisfa le proprie esigenze. La versione trial può essere “a tempo”, ad esempio 7 giorni, oppure con funzionalità ridotte. Le applicazioni possono anche includere i pagamenti in-app che sbloccano contenuti aggiuntivi o consentono di accedere alle funzionalità complete non disponibili nella versione gratuita. Infine, lo sviluppatore può inserire banner pubblicitari per trarre profitto dalle applicazioni gratuite.

Fonte: MSDN Blog • Via: SuperSite for Windows • Notizie su: