QR code per la pagina originale

Facebook, nuovi tool per le Pagine

Facebook implementa tre nuovi tool dedicati agli amministratori di una Pagina, che consentiranno di pubblicare e gestire meglio i post sponsorizzati.

,

Facebook ha annunciato una serie di novità per migliorare la gestione e la pubblicazione di post sponsorizzati nelle Pagine: il team ha infatti appena rilasciato una serie di funzioni dedicate agli amministratori, così da fornire loro alcuni nuovi strumenti che permetteranno di creare una più semplice ed efficiente campagna di marketing tra le pagine del social network più utilizzato al mondo.

I nuovi tool sono stati presentati da Omid Saadati, ingegnere Facebook, attraverso un aggiornamento condiviso sul blog ufficiale della società. Sono nello specifico tre le novità appena introdotte, riguardanti la schedulazione dei post, la creazione di post che non saranno visibili sulla Timeline degli utenti e, infine, la gestione dei permessi per applicazioni di terze parti.

Giunge dunque in queste ore una delle funzionalità più attese dagli amministratori di una pagina, ovvero lo scheduling dei post. Mediante le API Pages Graph, Facebook consente ora di creare un post sponsorizzato e di programmarne la pubblicazione in un tempo futuro compreso tra i dieci minuti e i sei mesi. L’admin potrà comunque decidere di cancellarlo, se desiderato, fino a tre minuti prima dalla sua pubblicazione. Fino a poco tempo fa, per eseguire tale funzionalità era necessario affidarsi ad applicazioni di terze parti come ad esempio HootSuite o Buffer.

Introdotta anche un’altra feature inedita che riguarda la possibilità di non pubblicare determinati post su una Timeline: ciò potrebbe essere utile a quegli admin che desiderano lanciare campagne di marketing segmentate, ovvero dedicate a uno specifico target di utenza. Tale tipo di contenuti apparirà solo nella colonna destra della Pagina e non all’interno del flusso di notizie del Diario, permettendo pertanto di veicolare in modo più mirato l’annuncio.

La terza e ultima novità che Facebook ha implementato è relativa ai permessi per le applicazioni di terze parti. Solitamente, l’admin di una Pagina usa app di terze parti per creare e gestire dei contenuti sponsorizzati, e in questo caso non è necessario concedere dei permessi al completo ma solo una parte, ovvero per la creazione dei banner e per la lettura delle statistiche. Ora, l’amministratore potrà concedere solo il permesso Ads Creator, quindi, ottimizzando in modo più raffinato le funzioni di gestione della pagina.

Fonte: Facebook • Via: The Next Web • Notizie su: