QR code per la pagina originale

ZTE N880E, smartphone Android 4.1 Jelly Bean

ZTE N880E è uno dei primi smartphone non prodotti da Google ad arrivare sul mercato (cinese) con il sistema operativo Android 4.1 Jelly Bean pre-installato.

,

ZTE N880E è un nuovo smartphone la cui vendita è prevista al momento esclusivamente sul territorio cinese, ma che merita comunque una menzione per essere uno dei primi dispositivi non prodotti da Google a equipaggiare al lancio il nuovo sistema operativo Android 4.1 Jelly Bean. Le specifiche hardware non lo fanno certo rientrare nel catalogo dei prodotti di fascia alta, ma la possibilità di poter mettere le mani fin da subito su Project Butter, Google Now e le altre funzionalità introdotte dalla più recente piattaforma lo rendono comunque interessante.

La scheda tecnica del ZTE N880E vede la presenza di un display da 4 pollici con risoluzione 800×480 pixel, processore Qualcomm 7627A da 1 GHz, 512 MB di RAM, 4 GB di memoria interna per il salvataggio di documenti e file multimediali, slot per la lettura di schede microSD fino a 32 GB, fotocamera da 3,2 megapixel con autofocus posizionata sul retro, modulo WiFi, GPS, Bluetooth e batteria da 1.650 mAh. Il tutto in una scocca con dimensioni pari a 119,61,10,4 mm e un peso complessivo di 130 grammi.

L’accoppiata CPU e RAM permette inoltre di accertare come Jelly Bean sia compatibile anche con i dispositivi non propriamente top di gamma. In altre parole, la totalità di smartphone e tablet aggiornati ad Ice Cream Sandwich dovrebbe poter ricevere senza problemi anche l’update alla release Android 4.1, ovviamente nel caso in cui il produttore scelga di offrire questa possibilità ai propri utenti.

Va infine chiarito che ZTE N880E non rappresenta una novità nel panorama smartphone: il primo modello con Android 2.3 Gingerbread è stato lanciato nel mese di maggio, sempre in Cina, toccando quota un milione di unità vendute. La nuova versione con Android 4.1 Jelly Bean è stata rilasciata in contemporanea con l’esordio ufficiale della piattaforma e, al momento, non ne è previsto l’arrivo in Europa.