QR code per la pagina originale

SkyDrive porta Office 2013 sulla nuvola

Office 2013 integra SkyDrive per Windows, l'applicazione che permette di salvare e sincronizzare i file sulla nuvola di Microsoft.

,

Office 2013, la nuova suite di produttività annunciata da Microsoft due settimane fa, sarà la prima versione del noto software che integrerà una funzionalità per la condivisione e la sincronizzazione dei documenti attraverso SkyDrive. Il servizio di cloud storage rappresenterà infatti l’opzione predefinita per il salvataggio dei file, se l’utente effettuerà l’accesso con il suo Microsoft account.

Sul blog Office Next, l’azienda di Redmond ha pubblicato un dettagliato post con il quale descrive il funzionamento della nuova feature cloud. Grazie alla nuvola, è possibile compiere operazioni impossibili da eseguire se i file vengono salvati solo localmente sul disco rigido del computer. Si pensi, ad esempio, all’accesso e alla sincronizzazione con diversi dispositivi, alla condivisione dei contenuti e al lavoro collaborativo tra colleghi.

La maggioranza degli utenti (il 90%) utilizza però gli strumenti messi a disposizione dal sistema operativo per cercare un file o per aprire un documento in Esplora risorse. Con Office 2013, Microsoft è riuscita a conciliare entrambe le esigenze, grazie a SkyDrive per Windows, che viene installato insieme alla beta pubblica della suite. Per impostazione predefinita, tutte le applicazioni salvano i file in una delle cartelle di SkyDrive e automaticamente verrà effettuata la sincronizzazione con i contenuti memorizzati online. Analogamente, se viene apportata una modifica su SkyDrive.com, il nuovo file sarà disponibile anche sul disco locale.

L’upload sulla nuvola viene effettuato in modalità asincrona da un processo eseguito in background, in modo da non interrompere il lavoro dell’utente. Inoltre, quando viene aperto un file locale, Office 2013 riconosce che si trova su SkyDrive e attiva automaticamente la connessione con il cloud. Se invece la connessione è assente, i salvataggi vengono seguiti offline e l’upload inizierà non appena il collegamento è disponibile. Per ottimizzare l’uso della larghezza di banda e della batteria, Office 2013 carica sulla nuvola solo le modifiche apportate ad un documento rispetto alla precedente versione, sfruttando una tecnologia denominata Smart Sync.

Fonte: Office Next • Notizie su: