QR code per la pagina originale

Come Marissa Mayer sta cambiando Yahoo!

Marissa Mayer, nuovo CEO di Yahoo!, è intenzionata a rendere il gruppo più simile a Google: ecco come.

,

Sono trascorse solamente due settimane da quando Marissa Mayer è stata nominata CEO di Yahoo! e già si notano i primi cambiamenti all’interno della società: l’amministratore delegato sembra voler portare un po’ di Google a Sunnyvale. L’obiettivo principale pare essere innanzitutto quello di riportare il buonumore tra i dipendenti e tra gli investitori, e successivamente rafforzare i prodotti che costituiscono il core business del gruppo, nonché programmare eventuali acquisizioni con le quali lanciare ulteriori novità.

In questo lasso di tempo, Marissa Mayer ha già iniziato a rivitalizzare Yahoo! introducendo le prime modifiche direttamente all’interno del quartier generale di Sunnyvale, come ad esempio l’istituzione di una riunione settimanale – in perfetto Google style – che avrà luogo ogni venerdì pomeriggio e dove, peraltro, l’azienda offrirà cibo gratuito a tutti i dipendenti. Una mossa che segue quella già organizzata da altre società della Silicon Valley, quali Facebook e Twitter ad esempio, utile ad alzare il morale del proprio staff.

Chiaramente è questo un piccolo cambiamento ma comunque significativo di ciò che intende fare il nuovo CEO di Yahoo!, ovvero rilanciare l’immagine interna e pubblica del gruppo, peggiorata di netto nel corso dgli ultimi anni. Si dice che Marissa Mayer stia anche introducendo importanti cambiamenti negli spazi di lavoro all’interno del quartier generale della società, volti a rendere gli impiegati più collaborativi e a tenerli concentrati sul lavoro. Non solo, comunque: l’amministratore delegato, nonostante sia in dolce attesa, sarebbe già impegnata con l’obiettivo di migliorare i prodotti core di Yahoo!, quali ad esempio Yahoo! Mail, Flickr e il motore di ricerca.

Yahoo! potrebbe infine annunciare a breve nuovi prodotti o nuove acquisizioni e c’è chi ipotizza grandi novità dalla Mayer, come ad esempio l’acquisto di PubMatic o addirittura del popolare Flipboard. Quel che è certo, è che in due settimane sembra già aver preso vita il nuovo corso di Yahoo!, nella speranza che non sia un flop come avvenuto negli ultimi tempi.

Notizie su: