QR code per la pagina originale

Microsoft Surface vs. Nexus 7 vs. iPad

Microsoft Surface, Nexus 7 e iPad: i tre tablet che domineranno il settore nei prossimi mesi messi a confronto, per scoprire i punti di forza offerti da ognuno.

,

Microsoft Surface rappresenta a tutti gli effetti la vera novità del 2012 in casa Microsoft. Se l’arrivo di Windows 8 era ampiamente previsto, il tablet “made in Redmond” è stato annunciato un po’ a sorpresa a metà giugno, segnando così l’ingresso ufficiale della società in un settore oggi dominato da Apple. Surface dovrà vedersela non solo con il nuovo iPad lanciato dalla mela morsicata nella scorsa primavera, ma anche con l’agguerrita concorrenza del panorama Android, guidata dal modello Nexus 7 lanciato di recente da Google.

Dispositivi diversi per ambiti di utilizzo diversi, ma che hanno in comune l’obiettivo di sottrarsi l’un l’altro preziose quote di market share. Microsoft Surface ha dalla sua la versatilità delle due versioni previste, una basata sulla piattaforma Windows RT (per architettura ARM) e indirizzata principalmente al target consumer, la seconda dedicata agli utenti aziendali con Windows 8 Pro, studiata appositamente per entrare in diretta competizione con il catalogo ultrabook.

Interessante anche la possibilità di abbinare al tablet l’accessorio Touch Cover, una protezione per il display che integra una tastiera full QWERTY per semplificare la scrittura dei testi. Tutto questo, unito alle novità dell’interfaccia Metro e all’interoperabilità garantita con il sistema Windows Phone 8 per gli smartphone di prossima generazione, potrebbe assicurare a Surface un buon riscontro.

Il nuovo iPad potrà vantare, nei confronti del prodotto Microsoft, uno schermo Retina con risoluzione più elevata, un marchio ormai riconosciuto universalmente come sinonimo di qualità in ambito mobile e uno store di applicazioni capace di soddisfare pressoché qualsiasi esigenza. Di recente si è parlato spesso anche di un possibile lancio per iPad mini, versione più economica da 7,85 pollici, studiata per conquistare chi cerca un’alternativa più compatta.

Infine, focalizzando l’attenzione su Nexus 7, il tablet nato dalla partnership tra Google e ASUS si configura come vero e proprio centro per la gestione e la fruizione dei contenuti multimediali in ambiente domestico. La piattaforma Google Play, oltre a permettere il download di software, è stata arricchita con film, musica e libri, nel tentativo di dar vita a un ecosistema completo come già visto in passato con il Kindle Fire di Amazon. Il dispositivo, nonostante la ridotta dimensione del pannello, potrà rappresentare una valida alternativa alla versione Windows RT di Surface, soprattutto in considerazione del prezzo molto più basso, solo 199 dollari per la versione con 8 GB di memoria interna dedicata allo storage.