QR code per la pagina originale

IFA 2012: così Huawei interpreta Android

Il produttore cinese ha presentato sei dispositivi Android con prezzi compresi tra 129 e 499 euro, oltre alla nuova interfaccia utente Emotion.

,

Il gigante cinese Huawei conferma il suo appoggio al sistema operativo Android, annunciando all’IFA di Berlino ben sei dispositivi per ogni fascia di prezzo, quattro smartphone della serie Ascend e due tablet MediaPad da 7 e 10 pollici. Per semplificare l’utilizzo dei suoi terminali, l’azienda ha creato una nuova interfaccia utente che migliora l’esperienza Android. Huawei ha svelato anche i piani di espansione per il mercato europeo.

Per incrementare la sua quota di mercato al di fuori della Cina, Huawei ha puntato molto sulla qualità dei componenti e sul numero di prodotti, in modo da soddisfare il maggior numero di richieste da parte dei consumatori. Il nuovo smartphone di punta diventa quindi l’Ascend D1 Quad XL caratterizzato da un display IPS+ da 4,5 pollici e risoluzione pari a 1280×720 pixel (330 ppi). Il processore ARM è il quad core K3V2 prodotto dalla stessa Huawei e funzionante ad una frequenza di 1,2 GHz, mentre la dotazione di memoria flash ammonta a 8 GB (espandibili tramite micro SD). Il prezzo è 499 euro e arriverà nei negozi ad ottobre.

Il secondo smartphone è l’Ascend G 600 da 4,5 pollici qHD (540×960 pixel con Gorilla Glass) con processore dual core Qualcomm a 1,5 GHz, 768 GB di RAM, 4 GB di memoria flash, fotocamera da 8 Megapixel, slot micro SD, NFC, DLNA e batteria da 1.930 mAh. Il prezzo è 299 euro. Per la fascia media, l’Ascend G 330 prenderà il posto dell’attuale Ascend G 300. In questo caso, il display è ampio 4 pollici, mentre il processore è un dual core Qualcomm da 1 GHz, affiancato da 512 MB di RAM e 4 GB di memoria flash. Il prezzo previsto è 199 euro.

Infine, l’Ascend Y 201 Pro, indirizzato alla fascia entry level, è dotato di schermo da 3,5 pollici e integra un processore da 800 MHz, 512 MB di RAM, batteria da 1400 mAh e fotocamera da 3,2 Megapixel, Il prezzo dovrebbe essere 129 euro. I primi tre smartphone integrano la nuova interfaccia Emotion che semplifica la navigazione tra le applicazioni raccogliendo in un unico widget le funzionalità più utilizzate. Il sistema operativo è Android 4.0 Ice Cream Sandwich (per l’Ascend D1 Quad XL è già stato annunciato l’upgrade ad Android 4.1 Jelly Bean).

Per il settore dei tablet, Huawei ha mostrato il MediaPad 10 FHD (10 pollici con risoluzione 1920×1200 pixel) con processore quad core proprietario da 1,4 GHz, fotocamera da 8 Megapixel, 8/16/32 GB di memoria flash, batteria da 6600 mAh e slot micro SD. Il più piccolo MediaPad 7 Lite integra un display da 7 pollici (1024×600 pixel), processore single core da 1,2 GHz, 8 GB di memoria interna e porte USB e HDMI. I prezzi per i due tablet sono, rispettivamente, 429 e 249 euro.

I prodotti Huawei non sono particolarmente diffusi all’esterno della Cina, ma l’azienda vuole espandere la sua presenza sopratutto in Europa, dove ha recentemente sottoscritto un accordo con l’operatore telefonico portoghese Optimus, e in Giappone, dove l’Ascend D1 viene venduto da NTT DoCoMo. In altri paesi, invece, l’ingresso viene spesso ostacolato dalle accuse di spionaggio e di collaborazione con il regime militare cinese.

Fonte: CNET • Notizie su: ,