QR code per la pagina originale

Hadopi: ma che senso ha?

Hadopi, la mai amata legge antipirateria dell'era Sarkozy, ha prodotto 14 denunce su un milione e mezzo di segnalazioni: Hollande vorrebbe eliminarla.

,

Nella Francia di Hollande si discute ancora di Hadopi, la legge antipirateria voluta da Sarkozy la cui utilità sembra ormai priva di senso, se non per il suo responsabile, l’ineffabile Mireille Imbert-Quaretta, presidente della Commissione per la protezione dei copyright che archivia la volontà del governo di eliminarla come una «ingerenza» e i dati eccezionalmente bassi di denunce come la dimostrazione che funziona.

Su Hadopi si potrebbe citare Seneca, secondo il quale ognuno di noi «è disposto a credere in ciò di cui ha bisogno». Nonostante il parere negativo di molti francesi, la titolare di questo strumento antipirateria snocciola i dati come fossero a suo favore invece che contro. Ognuno può giudicare: un milione e 153mila mail agli abbonati a un servizio Internet dal 1° ottobre 2010 ad oggi, colpevoli di aver scaricato illegalmente dei contenuti protetti, hanno prodotto 340 denunce e 14 fascicoli aperti in tribunale. Nessuno dei quali al momento a processo.

A prima vista un fallimento totale, ma secondo Imbert-Quaretta, invece, significa che il concetto dei tre avvisi, prima dello spegnimento dell’IP, funziona. È lei stessa a spiegarlo in recenti dichiarazioni ai giornali:

Hadopi sta adempiendo alla sua missione di scoraggiare la condivisione illegale di file attraverso l’educazione e l’applicazione della risposta graduata. In ogni fase di risposta, la Commissione invita l’imputato ad entrare in contatto, e cerca di educarlo sul diritto d’autore e il funzionamento del file-sharing. Il livello di risposta aumenta con la gravità della segnalazione.

hadopi-mireille-imbert-quaretta

Mireille Imbert-Quaretta, responsabile commissione HADOPI.

La risposta alle critiche verso Hadopi, tra l’altro, è certamente originale: pur essendo una creatura politica, legata ad una volontà ben precisa di un partito successivamente sconfitto alle elezioni, la sua responsabile rigetta la possibilità che venga soppressa mediante la stessa via, politica:

Siamo un’autorità indipendente, il Ministero non può sbarazzarsi di Hadopi o privarla di fondi, perché è stata creata dalla legge. Ciò comprometterebbe la separazione dei poteri.

Questo è quello che capita quando i parlamenti rinunciano al loro potere e lasciano agli esecutivi con leggi-delega la possibilità di decretare su temi tanto delicati: la Francia si trova nella situazione un po’ assurda di non credere più in una legge ma di non sapere cosa fare, se non fare finta che non esista. Pare, infatti, che i giudici francesi al momento abbiano sempre molto da fare e non trovino il tempo di considerare quei fascicoli. Di fatto, oggi Hadopi è il deterrente legale più costoso mai immaginato in Europa contro il P2P.

Fonte: PC World • Via: Om Malik • Notizie su: