QR code per la pagina originale

Google Project Glass, dettagli sull’interfaccia utente

Dal Wall Street Journal arrivano le prime impressioni sull'interfaccia utente di Google Glass, gli occhiali per la realtà aumentata.

,

Ante Spencer del Wall Street Journal ha avuto modo di provare in anteprima un prototipo di Google Glass, gli occhiali per la realtà aumentata in sviluppo presso i laboratori di Mountain View. Il giornalista ha poi riportato in Rete le prime impressioni sull’interfaccia utente che sta alla base del funzionamento per questo particolare e avveniristico dispositivo.

Nell’articolo spiega di aver visto grandi potenzialità a lungo termine già dopo dieci minuti d’uso di Google Glass: l’UI si adatta bene al contesto ed è stato del tutto semplice scattare una fotografia o catturare un video senza dover prendere lo smartphone dalla tasca.

Attivando un’apposita funzionalità, Google Glass va a mostrare le informazioni corrispondenti sull’occhio destro dell’utente. Questo, riporta Spencer, inizialmente può disorientare, in quanto risulta naturale socchiudere l’occhio sinistro per focalizzare meglio l’attenzione su quanto mostrato dalla lente, ma con un po’ di abitudine il tutto risulta comodo.

Tra le parti dell’interfaccia che il giornalista non è riuscito a testare ci sono quelle corrispondenti al servizio di mappatura Google Maps, nonché quelle dedicate alle chiamate, videochiamate e all’invio di messaggi testuali o di posta elettronica. Ancora però c’è molto tempo prima che il dispositivo giunga nei negozi: la Explorer Edition verrà rilasciata agli sviluppatori solo il prossimo anno, quindi Google, in questo lasso di tempo, potrà lavorare ancora per migliorare ogni aspetto della UI. Il redattore del Wall Street Journal fa notare infine come sarebbe davvero interessante se la società di Mountain View, o gli sviluppatori third-party quando ne avranno l’occasione, riuscisse a creare una vera e propria killer application che possa attrarre davvero la clientela.

Notizie su: ,