QR code per la pagina originale

Wikipedia, qualcuno ha giocato sporco

Alcuni pezzi grossi di Wikipedia sono accusati di aver sfruttato i propri poteri per fini personali. Avrebbero editato pagine previo incentivo economico.

,

Una bomba ad orologeria è pronta ad esplodere su Wikipedia: due dei membri dei piani alti dell’enciclopedia online, infatti, sono stati accusati di abuso della propria posizione, avendo modificato numerose pagine per fini personali. Fini che sarebbero legati a sponsorizzazioni di vario genere, con enti esterni che avrebbero pagato pur di migliorare la propria pagina su Wikipedia o vedere la stessa in primo piano.

Roger Bamkin, amministratore di Wikipedia UK, avrebbe infatti favorito alcune pagine nel corso di questi anni per conto di alcuni clienti. Bamkin, infatti, svolge anche attività di consulenza nelle pubbliche relazioni ed attualmente sarebbe stato ingaggiato dalla dipendenza di Gibilterra, la cui pagina è comparsa ben 17 volte nella pagina principale di Wikipedia nel mese di agosto: altrettanto è accaduto soltanto per la pagine relativa alle Olimpiadi di Londra, per chiari motivi legati allo svolgersi della competizione, il che ha subito suscitato sospetti.

Il secondo sospettato è invece Maximillion Klein, Wikipedian In Residence, il quale dirige un’agenzia denominata untrikiwiki, il cui sito Web fa chiaro riferimento alle pagine di Wikipedia come strumento per l’ottimizzazione SEO per i clienti. Klein, insomma, avrebbe sfruttato la possibilità di accedere ad informazioni ed aree non disponibili per altri utenti al fine di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca delle pagine dei propri clienti, parlando di oltre 10.000 modifiche apportate nel corso degli anni.

Interrogato sulla vicenda, il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, si è detto profondamente amareggiato per quanto accaduto, benché abbia sottolineato come sia necessario investigare a fondo per confermare eventuali colpe. Il tutto, però, mette in risalto l’eccessiva esposizione da parte di Wikipedia a modifiche indebite, come dimostrano gli attacchi messi in atto numerose volte da parte di fanatici o estremisti nei confronti di pagine relative ad argomenti particolarmente sensibili.

Ad oggi, Wikipedia non presenta nel proprio statuto alcuna norma che vieti la modifica di pagine a seguito di incentivi economici, benché lo stesso Wales abbia evidenziato come ciò sia assolutamente contrario ai principi che animano il progetto. Quanto accaduto getta tuttavia forti ombre su Wikipedia, la cui reputazione potrebbe uscirne fortemente danneggiata.

Fonte: CNET • Notizie su: