QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S3, vulnerabilità confermata e patch

Samsung Galaxy S3, un bug di TouchWiz rischia di far cancellare tutti i dati presenti nello smartphone: in arrivo una patch correttiva.

,

Samsung Galaxy S3 è colpito da una grave vulnerabilità riguardante l’interfaccia TouchWiz, che potrebbe addirittura azzerare totalmente la memoria del dispositivo, nel caso di click su un link maligno con il browser pre-installato nel sistema operativo. Il colosso sudcoreano è stato subito messo a conoscenza del problema, lo ha confermato e sta distribuendo la patch di correzione. Sarà disponibile nelle prossime ore per tutti gli utenti.

L’allarme è stato lanciato ieri e confermato da più parti con il passare dei minuti. Tutti gli smartphone della famiglia Samsung Galaxy con interfaccia TouchWiz sono coinvolti nella gravissima vulnerabilità, visto che alcuni siti maligni possono sfruttarla per prendere il controllo del dispositivo da remoto e cancellare così tutti i dati memorizzati, con l’utente che non può fare assolutamente niente per arrestare il processo.

Il problema è causato da un codice USSD, il quale andrebbe automaticamente in funzione aprendo siti infetti. Si tratta di un bug circoscritto ai device con interfaccia TouchWiz e in quelle situazioni in cui viene utilizzato il browser di default del sistema, ecco perché smartphone come il Samsung Galaxy Nexus sono esclusi dall’allarme. Al contrario, il recentissimo Samsung Galaxy S3, che sfrutta appunto l’ultima versione di TouchWiz è tra i device per i quali è stato lanciato l’allarme, e un bugfix è già stato preparato e distribuito dal produttore.

Al momento in cui scriviamo non riscontriamo la disponibilità dell’aggiornamento dal nostro Galaxy S3 brand TIM, quindi non sappiamo dirvi se ci sono differenze per quanto riguarda gli smartphone no brand. In ogni caso la procedura per controllare è sempre la stessa: sfruttare il software Kies oppure recarsi nel menù “Impostazioni”, “Info sul dispositivo”, “Aggiornamento Software”, “Aggiorna”.