QR code per la pagina originale

MySpace, il ritorno passa da Facebook e Twitter

MySpace si prepara a tornare in grande stile, per riconquistare un'importante fetta d'utenza nel panorama dei social Network.

,

MySpace sta per tornare e questa volta sembra non avere alcuna intenzione di incappare in un altro scivolone. Il social network musicale, forse la prima vera piattaforma Web 2.0 della storia, negli ultimi anni ha dovuto arrendersi all’avanzata di concorrenti come Facebook e Twitter, cedendo loro il passo e vedendosi relegare in un angolo. L’interesse di Specific Media, gruppo specializzato in pubblicità online di proprietà del cantante Justin Timberlake, sembra però poter dare nuova vita al progetto.

Alla base del rilancio c’è un look tutto nuovo, frutto di un restyling studiato per riportare al centro dell’attenzione la musica, ma senza lasciare da parte gli aspetti social. È qui che entra in gioco la profonda integrazione proprio con Facebook e Twitter, da cui sarà possibile importare immagini e aggiornamenti di stato. Come ben visibile dal filmato in streaming a fondo post, la prossima versione di MySpace sarà caratterizzata da un layout più pulito e che pone maggiore enfasi ai contenuti. Chi desidera restare aggiornato sui progressi può lasciare il proprio indirizzo email sulla pagina new.myspace.com, per ricevere così notizie sul progetto.

Fondato nel 2003, MySpace acquisì in breve tempo una popolarità tale da portarlo a diventare uno dei siti più visitati della Rete. Nel 2005 questo arrivò a stimolare l’interesse del magnate Rupert Murdoch (News Corporation), che sborsò 580 milioni di dollari per rilevare la piattaforma dai fondatori Tom Anderson e Chris DeWolfe. Una mossa capace di rivelarsi in poco tempo azzardata e poco redditizia, tanto che nel giugno 2011 la società passò nelle mani di Specific Media per soli 35 milioni. Ad oggi, il bacino d’utenza ancora attivo è stimato intorno ai 50 milioni di account.

[vimeo 50071857]

Notizie su: ,