QR code per la pagina originale

Samsung Ativ S più economico del Nokia Lumia 920?

Un sito belga ha avviato i pre-ordini per il Samsung Ativ S, smartphone Windows Phone 8 offerto a 549,99 euro, più economico del Nokia Lumia 920.

,

Samsung Ativ S è disponibile in pre-ordine su un sito di e-commerce belga a 549,99 euro. Il produttore coreano ha anticipato di circa una settimana l’annuncio del Lumia 920 da parte di Nokia, presentando il primo smartphone basato su Windows Phone 8. Se il prezzo verrà confermato anche nel nostro paese, Samsung potrebbe ostacolare le vendite del prodotto concorrente con un terminale dalle caratteristiche molto interessanti.

Finora sono stati annunciati cinque smartphone Windows Phone 8. Oltre al Samsung Ativ S e ai Nokia Lumia 920-820, sono stati svelati anche gli HTC Windows Phone 8X e 8S. Alcuni store online hanno già in catalogo il Samsung Ativ S, ma nessuno finora aveva pubblicato il prezzo di vendita. È probabile che ciò avvenga solo dopo il lancio ufficiale del nuovo sistema operativo mobile.

Sul sito belga Vander Borre è però possibile ordinare il nuovo terminale dell’azienda coreana a 549,99 euro, una cifra inferiore di 50 euro rispetto a quella necessaria per acquistare Nokia Lumia 920. Il Samsung Ativ S possiede un display Super AMOLED da 4,8 pollici con risoluzione di 1280×720 pixel e integra un processore dual core Qualcomm Snapdragon S4 da 1,5 GHz, 1 GB di RAM, 16 o 32 GB di memoria flash (espandibile tramite scheda microSD), fotocamera posteriore da 8 megapixel con flash LED e autofocus in grado di registrare video a 1080p, oltre a una secondo obiettivo frontale da 1,9 Megapixel.

Leggendo le specifiche tecniche, lo smartphone Samsung ha tutte le carte in regola per diventare un serio concorrente del Lumia 920. Bisogna comunque sottolineare che con 50 euro in più si acquistano tecnologie esclusive, come il display PureMotion HD+ che funziona anche con i guanti, la fotocamera PureView e il sistema di ricarica wireless. Indipendentemente dalle scelte degli utenti, è certo che l’arrivo sul mercato di questi prodotti (previsto per metà novembre) darà il via a uno scontro senza esclusione di colpi tra i partner di Microsoft.