QR code per la pagina originale

Facebook rinnova Centro Assistenza e dashboard

Facebook annuncia il rinnovamento del Centro Assistenza e la disponibilità della dashboard per le segnalazioni a tutti gli account.

,

Facebook annuncia importanti novità attraverso un comunicato stampa giunto in redazione. Si tratta del rinnovato Centro Assistenza, online a partire da queste ore, e di una dashboard per le segnalazioni ora disponibile per la totalità degli account in tutto il mondo. Due strumenti attraverso i quali conoscere le modalità di interazione offerte dal social network ed esercitare i propri diritti nel caso di comportamenti ritenuti scorretti oppure offensivi da parte degli altri utenti.

Per quanto riguarda il Centro Assistenza, raggiungibile all’indirizzo facebook.com/help, la sezione presenta ora un nuovo layout composto da sei aree tematiche, attraverso le quali accedere a tutte le informazioni utili per l’utilizzo della piattaforma. Eccole.

  • Leggi le informazioni di base sulla privacy;
  • Scopri le novità di Facebook;
  • Segnala un problema;
  • Leggi maggiori informazioni sul diario;
  • Consulta le nostre risorse dedicate alla sicurezza;
  • Trova giochi e applicazioni.

Con un click sulla prima voce, ad esempio, si accede a una pagina che raccoglie consigli e dettagli relativi alla tutela della privacy e dei dati personali: dai tag alla gestione degli amici, dal controllo degli elementi condivisi sul diario alla possibilità di bloccare una persona.

La dashboard, lanciata inizialmente nel mese di aprile per una piccola parte di account, apre oggi a tutti. Si tratta di una piattaforma progettata per monitorare il progresso delle segnalazioni inviate relative alla pubblicazione di immagini, profili o altri tipi di contenuti. Dopo aver utilizzato lo strumento mediante il link “Segnala notizia o segnala come spam”, è possibile accedere all’area tramite il menu “Impostazioni account”. Qui saranno riportati i dettagli sullo stato di avanzamento di una segnalazione, sull’azione intrapresa dal team di Facebook e sul perché della decisione.

Notizie su: ,