QR code per la pagina originale

Amazon MP3 Store e Cloud Player da oggi in Italia

Amazon lancia oggi in Italia MP3 Store e Cloud Player, offrendo agli utenti un nuovo servizio per l'acquisto, il download e lo streaming della musica.

,

Amazon MP3 Store e Amazon Cloud Player debuttano oggi in Italia, offrendo così agli utenti una nuova piattaforma per l’acquisto, il download e l’ascolto di musica in streaming. Il comunicato stampa giunto in redazione illustra tutte le funzionalità del servizio, il cui motto è “Compra una volta, ascolta ovunque”. La piattaforma è infatti studiata in modo da consentire l’accesso ai propri brani e album da qualunque postazione e con qualsiasi dispositivo: smartphone o tablet Android e iOS, Mac o PC.

Il catalogo più già contare su oltre venti milioni di brani, tutti senza DRM, messi a disposizione da major discografiche e centinaia di etichette indipendenti. Il costo di un singolo pezzo è nella maggior parte dei casi pari a 0,99 euro, mentre alcuni album di artisti come Michael Jackson, Mark Knopfler e R.E.M. sono in vendita a partire da 5,99 euro. Un’offerta in linea con quella della concorrenza, insomma. Interessante anche la possibilità di caricare la musica già posseduta in alta qualità (256 Kbps), sincronizzando il servizio con le librerie di iTunes e Windows Media Player, in modo da poterne effettuare lo streaming da qualsiasi postazione.

Sono due le formule offerte per l’utilizzo di Cloud Player: gratuita o premium. La prima prevede la possibilità di caricare fino a 250 brani dal proprio PC o Mac senza alcun esborso economico, mentre con una spesa annuale pari a 24,99 euro Amazon consente di salvare sui propri server fino a 250.000 canzoni. Va infine specificato che nel conteggio non sono tenuti in considerazione i file acquistati tramite MP3 Store. Tre le modalità di accesso ad Amazon Cloud Player: attraverso il browser all’indirizzo amazon.it/cloudplayer, tramite smartphone e tablet Android con l’applicazione disponibile gratuitamente su Google Play e mediante dispositivi iOS con il software in download dalle pagine dell’App Store.

Chi è interessato all’upload dei brani non deve far altro che accedere con le proprie credenziali alla versione Web del Cloud Player, premere il pulsante “Importa musica”, scaricare il software Music Importer e seguire le istruzioni mostrate a video. La procedura è pienamente compatibile con Firefox, Internet Explorer e Safari, mentre sono da segnalare difficoltà con il browser Chrome. I formati di file al momento supportati sono MP3, AAC, WMA, OGG, WAV, Apple Lossless, AIFF e FLAC. Ecco come Enzo Mazza, presidente di FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) ha commentato il lancio festeggiando per l’arrivo di una nuova grande potenzialità per il mercato dei contenuti digitali in Italia:

È una nuova pietra miliare nell’evoluzione del mercato italiano della musica digitale. La presenza di un importante player come Amazon nel settore del mobile, in rapida affermazione anche in Italia, permetterà di espandere l’offerta di musica digitale che oggi rappresenta il 30% dei ricavi del settore musicale e ha grandi prospettive di sviluppo.