QR code per la pagina originale

eBay vuole farsi il suo Groupon

eBay presenterà presto un servizio alternativo a Groupon e nel frattempo integra Facebook nel proprio sito Web ufficiale.

,

Dopo aver conquistato il mondo degli acquisti online, eBay vuole guardare oltre, puntando con decisione ai negozi fisici per fare proprio il modello di vendita caratteristico di Groupon. L’azienda statunitense è infatti intenzionata a lanciare presto un servizio denominato eBay Lifestyle Deals, del quale sono in corso i test preliminari in vista dell’apertura al grande pubblico. Disponibile in un primo momento soltanto in alcune aree degli Stati Uniti, tale strumento costituirà un’alternativa a disposizione degli utenti per gli acquisti di massa.

Con tale mossa, dunque, eBay intende entrare nei negozi fisici degli USA consentendo ai propri utenti di ottenere sensibili sconti per l’acquisto di prodotti, beni o servizi all’interno della propria città. Il modello di riferimento è dunque esattamente quello proposto da portali come Groupon o LivingSocial, con il marchio dell’azienda di San José che costituirà sicuramente un importante punto di riferimento per le prime fasi del progetto sul campo: la concorrenza in tal senso è difatti particolarmente attiva e soltanto un nome in grado di fare notizia può ad oggi apportare significativi cambiamenti al settore.

Ciò che resta da verificare è la capacità da parte di eBay di ottenere successo laddove Groupon ha fino ad oggi fallito, vale a dire nel trasformare l’enorme impatto avuto sull’economia digitale in profitti per l’azienda. Il settore, tuttavia, continua ad attirare con insistenza pezzi grossi dell’industria tecnologica, come dimostra il crescente interesse da parte di Facebook nei confronti dei deal e l’offerta messa sul piatto da Google nei confronti proprio di Groupon per l’acquisizione dell’intero asset societario.

Nel frattempo, eBay ha anche annunciato l’arrivo di una nuova versione del proprio sito Web che presenta come novità principale una maggiore integrazione con la sfera sociale della Rete, con particolare riferimento a Facebook ed una chiara ispirazione a Pinterest. L’obiettivo è quello di consentire agli utenti di fornire un nuovo accento agli acquisti effettuati sul portale, mettendo loro a disposizione nuovi strumenti con i quali migliorare l’esperienza d’uso di uno dei più importanti punti di riferimento dell’e-commerce.

Fonte: Reuters • Via: BGR • Notizie su: